Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Terzo Millennio

La Russia avverte: ''Da valutare il potenziale nucleare di Francia e Regno Unito''

di AMDuemila
Lo ha detto il viceministro degli Esteri russo Sergej Rjabkov parlando dei negoziati sul controllo degli armamenti

"Senza alcun dubbio, insisteremo sul fatto che le potenziali capacità della Francia e del Regno Unito dovrebbero essere prese in considerazione quando si compiono ulteriori passi sul controllo dei missili nucleari e quando si discutono le prospettive di formati negoziali e possibili accordi". A parlare è il viceministro degli Esteri russo, Sergej Rjabkov, in un briefing con la stampa sul tema dei negoziati sul controllo degli armamenti. In particolare Rjabkov ha sottolineato che la Russia è pronta a discutere di nuovi accordi sul controllo degli armamenti. "Di recente abbiamo sentito che questi paesi non stanno potenziando i loro armamenti ma la nostra posizione rimane invariata", ha precisato il viceministro. Le dichiarazioni di Rjabkov giungono dopo che il 2 agosto gli Stati Uniti si sono ritirati ufficialmente dal trattato sulle forze nucleari a medio raggio (Inf) siglato con l'Unione sovietica nel 1987, sei mesi dopo aver annunciato la sua decisione di sospendere gli obblighi previsti dall'accordo nucleare a causa delle presunte violazioni commesse dalla Russia. Le autorità russe hanno sempre negato di aver violato il trattato e a loro volta hanno puntato il dito contro lo scudo missilistico Usa dislocato in alcuni paesi dell'Europa orientale.