Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Carceri: vieta a detenuto videochiamata non autorizzata, pestato agente penitenziario

Cronache Italia

Carceri: vieta a detenuto videochiamata non autorizzata, pestato agente penitenziario

di AMDuemila
Il segretario Uil Pa Sardegna: “Amministrazione inadeguata a gestire la complessità degli Istituti penitenziari”

Nel carcere di Massama, a Oristano, un agente della polizia penitenziaria aggredito da un detenuto. L'uomo è stato poi fermato dai colleghi della vittima, che era intervenuta per impedire al recluso una videochiamata non autorizzata. Nell'istituto penitenziario, infatti, i colloqui coi familiari sono sospesi per vie dell'emergenza sanitaria, ma i detenuti possono videochiamare i loro cari con un telefono fornito dall'amministrazione. L’aggressore, una volta fatta la sua videochiamata, ha provato a farne una seconda non autorizzata. L’agente della penitenziaria è quindi intervenuto per impedirglielo e il detenuto ha risposto aggredendolo fisicamente. Privo di sensi il poliziotto è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale di Ghilarza dove è stato sottoposto a una Tac per accertare l'entità delle lesioni riportate.
Michele Cireddu, segretario generale della Uil Pa polizia penitenziaria della Sardegna ha dichiarato che "l’amministrazione si sta dimostrando inadeguata a gestire la complessità degli Istituti penitenziari e lo dimostrano purtroppo questi episodi che, dopo la tregua nel periodo iniziale dell'emergenza sanitaria, stanno riaffiorando con preoccupante frequenza". "Di recente - ha aggiunto - un altro agente è stato aggredito nel carcere sassarese di Bancali e ora ci troviamo a commentare questa nuova aggressione ad Oristano, un trend che preoccupa". "Siamo del parere che più utili dei gruppi di lavoro sarebbero stati i dispositivi di protezione contro le aggressioni, dei corsi di contenimento con tecniche efficaci e distribuzione anche ai nostri poliziotti dei taser giunge il sindacalista”. "Potevano essere degli strumenti per evitare danni fisici sia agli agenti che ai detenuti ed avrebbero potuto, se non eliminare, quantomeno limitare in maniera considerevole gli episodi di violenza anche negli istituti penitenziari”, ha concluso Cireddu.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa