Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Mafia: esposto contro Borrometi, quinto deputato ritira firma

Cronache Italia

Mafia: esposto contro Borrometi, quinto deputato ritira firma

Palermo. Si sgonfia e si tinge incredibilmente d'assurdo la vicenda dell'esposto contro il vicedirettore dell'Agi, Paolo Borrometi, depositato in commissione antimafia regionale. Il quinto deputato dell'Assemblea Regionale Siciliana, Tony Rizzotto, ritira la firma. "Firmare quel documento e' stato un atto di leggerezza. Solo in un secondo momento mi sono reso conto - riferisce Rizzotto al sito d'informazione siciliana Meridionews - che si stava mettendo in discussione la scorta per Borrometi. Su questo non posso essere assolutamente d'accordo, questa terra ha avuto gia' troppi morti per Mafia". Il deputato Rizzotto spiega che l'iniziativa parte da Giuseppe Gennuso, primo firmatario del documento, arrestato due volte negli ultimi due anni e rientrato nel parlamento siciliano dopo aver patteggiato per traffico di influenze. I firmatari iniziali erano otto, oltre a Gennuso, i deputati Luigi Genovese, Giuseppe Zitelli, Gaetano Galvagno, Riccardo Gallo, Tony Rizzotto, Riccardo Savona, Michele Mancuso. L'onorevole Zitelli e' stato il primo a ritirare la firma, sostenendo che si trattasse di un errore: "Pensavo fosse un emendamento presentato da Gennuso non un esposto contro Borrometi". Poi la marcia indietro di altri tre deputati, Riccardo Gallo, Michele Mancuso e Riccardo Savona che "non confermano, e pertanto ritirano, la sottoscrizione del documento". I tre spiegano in una nota di "avere apposto la firma per errore, tra tanti altri documenti e mozioni che ritualmente si firmano nel corso dell'attivita' parlamentare. A seguito di successiva attenta lettura del documento", aggiunge la nota, "non condividono affatto contenuti e finalita'". Infine, oggi, quella di Tony Rizzotto.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...

THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...


LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...


ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...

GLI AGNELLI

GLI AGNELLI

by Antonio Parisi

Quando il conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, insieme...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa