Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Fondazione Caponnetto, 27° vertice tra ''idee, parole ed azioni antimafia''

Cronache Italia

Fondazione Caponnetto, 27° vertice tra ''idee, parole ed azioni antimafia''

di Salvatore Calleri
Il vertice antimafia della Fondazione Caponnetto giunto alla 27ma edizione in venti anni ha raggiunto, a mio modesto parere, un livello di concretezza notevole.
La formula inventata a suo tempo dal sottoscritto con Caponnetto, ossia interventi brevi in cui dire tutto, funziona.
Il titolo di quest'anno "idee, parole ed azioni antimafia" ha permesso ai relatori di ben rappresentare la situazione in cui ci troviamo: il punto più basso nella lotta alla mafia degli ultimi 25-30 anni. Il punto in cui vien messo in discussione la normativa antimafia grazie alla sentenza cedu su ergastolo ostativo (fine pena mai) ha permesso di aprire la prima crepa nella normativa antimafia. Dopo in successione nel 2020 verranno attaccati il 41bis, le interdittive antimafia e gli scioglimenti dei comuni. Questo è il quadro. Sono in oltre in aumento i cosiddetti pro mafia, alcuni in modo inconsapevole ed altri in modo consapevole.
È un periodo in cui il mascariamento la fa da padrone.
Ma al vertice di quest'anno, emotivamente molto convincente e pure in qualche modo sbirresco abbiamo contrattaccato come se fossimo in guerra, anche perché in realtà lo siamo... Contro i pro mafia.
Il fatto è che noi della Fondazione Caponnetto sappiamo riconoscere i mascariamenti.
Noi sappiamo combattere.
Noi sappiamo non lasciare soli i soli.
Noi ci siamo stancati della fuffa dei soloni che falsificano la realtà con le loro roboanti parole.
Noi difenderemo il pacchetto antimafia.
Noi abbiamo conosciuto davvero Caponnetto e ne seguiamo la via maestra.
Il suo spirito aleggiava al vertice di quest'anno e ne saremo in qualche modo influenzati.
Ci aspetta un 2020 duro... Lo affronteremo a testa alta e schiena dritta.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa