Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Ostia: sradicato albero in memoria Borsellino; Raggi, ''inammissibile''

Cronache Italia

Ostia: sradicato albero in memoria Borsellino; Raggi, ''inammissibile''

Roma. L'albero della Legalita' piantato in ricordo del giudice Paolo Borsellino e delle vittime della mafia nel parco Willy Ferrero, a Ostia, e' stato sradicato. "E' un gesto inammissibile e offensivo, azioni simili non spaventano e non fermeranno tutti i cittadini onesti", commenta la sindaca di Roma Virginia Raggi su Twitter.

AGI


A Ostia sradicato Albero legalita', a luglio divelta targa
Ricordava Paolo Borsellino e gli uomini morti in via D'Amelio
Fiumicino. Sopralluogo della polizia dopo che e' stato sradicato l'Albero della Legalita' ad Ostia, il melograno piantato 5 mesi fa nel parco Willy Ferrero nel quartiere de litorale romano. L'albero era stato piantato per dare un segnale di rinascita e mostrare che il quartiere no e' solo e non piu' territorio dei clan. A piantarlo il gruppo Fratelli d'Italia del X Municipio per ricordare, in una targhetta, Paolo Borsellino. Traghetta che poco dopo l'inaugurazione fu divelta. L'ultimo atto vandalico ieri quando la pianta e' stata sradicata: dell' Albero della Legalita' e' rimasto a terra, nell'aiuola quadrata, solo un rimasuglio di circa trenta centimetri, a partire dalla radice, con le foglie sparse intorno. L'albero fu piantato in occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio del 19 luglio. Sul posto, questa mattina, gli agenti del commissariato di Ostia, per un sopralluogo.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa