Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Palermo: Ruperti, ''arrestati i principali trafficanti di droga''

Cronache Italia

Palermo: Ruperti, ''arrestati i principali trafficanti di droga''

Il capo della Squadra Mobile, "Ricadute si vedranno nelle piazze di spaccio di Palermo e province vicine"
Palermo. "E' un'indagine che avrà una ricaduta importante perché sono stati arrestati i principali trafficanti di droga palermitani e recisi i contatti che questi trafficanti avevano avviato da tempo". A dirlo è il capo della Squadra Mobile di Palermo Rodolfo Ruperti commentando l'operazione BalckSmith che all'alba di oggi ha portato all'arresto di 19 persone facenti parte a vario titolo di un'organizzazione criminale che riforniva tutta la Sicilia con ingenti quantità di droga proveniente dalla Calabria e dalla Campania. Un lavoro "certosino - ha evidenziato Ruperti - quello avviato da tempo dalla Sezione narcotici sulle organizzazioni criminali che si occupano prevalentemente del trasporto su gomma della droga. La ricaduta si vedrà nelle piazze di spaccio palermitane ma anche delle province vicine". A gestire l'organizzazione erano i 'due Paoli', Paolo Dragotto e Paolo Di Maggio, che, spiega Ruperti, "avevano avviato fiorenti contatti sia con soggetti del napoletano molto vicini a clan della Camorra sia con soggetti vicini a cosche calabresi". Il meccanismo era abbastanza semplice. "I trafficanti raccoglievano i soldi, acquistavano lo stupefacente, prevalentemente in Campania, dopo di che la droga veniva stoccata da persone tra virgolette insospettabili, titolari di impianti, di parcheggi, imprese di trasporto, e da li veniva distribuita ad altri soggetti che poi rifornivano le piazze di spaccio di Palermo, ma anche della provincia di Trapani e Siracusa".

AdnKronos

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

by Floriana Bulfon

Un documento giornalistico straordinario e di estrema attualità,...

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...


IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...

FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...


IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...

AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa