Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Paolo VI e la ''santa'' evasione fiscale

Cronache Italia

Paolo VI e la ''santa'' evasione fiscale

sindona michele bn"Nel 1967 l'Interpol statunitense segnala un certo Michele Sindona come implicato nel riciclaggio di denaro sporco proveniente dal traffico di stupefacenti, a causa dei suoi legami con personaggi degli ambienti di Cosa Nostra americana, tra cui Daniel Porco - membro del consiglio di amministrazione della Uranya, una delle tante aziende poi al centro di speculazioni della Banca Privata Finanziaria a cavallo fra gli anni sessanta ed i settanta - Ernest Gengarella e Ralph Vio, che erano suoi soci in società finanziarie.

Sindona in passato era entrato a far parte del giro di conoscenti del cardinale Giovanni Battista Montini, allora arcivescovo di Milano e futuro papa Paolo VI.

Nel 1968, il Governo Italiano vara una legge per sottoporre a prelievo fiscale i redditi derivanti da investimenti finanziari, il che avrebbe comportato per il Vaticano l'inizio del pagamento annuale di pesanti balzelli fiscali sui proventi derivanti dal suo "più che cospicuo" patrimonio.

Malgrado l'attività non certo cristallina ormai nota di Michele Sindona, Paolo VI si affida a lui per trasferire all'estero i capitali vaticani, onde sottrarli alla scure fiscale italiana. Pertanto, nel 1969 lo Ior, la banca vaticana, entra come socio di minoranza nella Banca Privata Finanziaria di Michele Sindona.

Enormi somme vengono spostate dallo Ior alla banca di Sindona e da lì verso banche svizzere, da dove prendono il largo verso altri mercati internazionali... il tutto rigorosamente esentasse.

Il "Date a Cesare", a quanto pare, non interessò il prossimo "santo", che viene celebrato da televisione e stampa senza che si rammentino anche i fatti sopra descritti... entrambe evidentemente preda della paura dell'Inferno!

In seguito, il successore di Montini (e di Luciani), divenuto addirittura "santo subito", per non perdere l'abitudine papale alle frequentazioni non certo cristalline consentì che lo Ior proseguisse nell'attività di riciclaggio utilizzando questa volta il Banco Ambrosiano di Calvi con il tramite di Mons.Marcinkus.
Ma questa è addirittura un'altra storia!

fai.informazione.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...

LA MAFIA DEI PASCOLI

LA MAFIA DEI PASCOLI

by Nuccio Anselmo, Giuseppe Antoci

Milioni di euro guadagnati per anni in silenzio...


BLOODY MONEY

BLOODY MONEY

edited by Massimiliano Virgilio

Un sistema di corruzione politica che ruota intorno...

PROFONDO NERO

PROFONDO NERO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Erano gli anni Settanta. Il giornalista De Mauro...


CASAMONICA

CASAMONICA

by Nello Trocchia

È il 20 agosto 2015 quando per la...

UN'AVVENTURA SINDACALE

UN'AVVENTURA SINDACALE

by Anna Vinci

Figlia di madre nubile, nata e cresciuta in...


PECUNIA NON OLET

PECUNIA NON OLET

by Alessandro Da Rold

"Seguite i soldi, troverete la mafia".Giovanni Falcone"Se ‘Vituzzu’...

IN CULO ALLA MAFIA

IN CULO ALLA MAFIA

by Emanuele Cavallaro

È un testimone di giustizia. Che non è...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa