Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Bari, inviata Tg1 colpita con uno schiaffo dalla moglie di un boss: e' al pronto soccorso

Cronache Italia

Bari, inviata Tg1 colpita con uno schiaffo dalla moglie di un boss: e' al pronto soccorso

Maria Grazia Mazzola è stata ferita mentre lavorava a un servizio sulla criminalità barese: poco prima aveva intervistato Don Ciotti, a Bari per una manifestazione di Libera. Michele Laforgia (LeU): "E' gravissimo, Bari come Ostia"
di Cenzio Di Zanni
La giornalista del Tg1 Maria Grazia Mazzola è stata aggredita  a Bari, nel quartiere Libertà, mentre intervistava la moglie di un boss. L'inviata sarebbe stata colpita da un violento schiaffo al volto.

A denunciarlo dalla sua pagina Facebook è il candidato alla Camera dei deputati di Liberi e uguali, l'avvocato Michele Laforgia. "Proprio stamattina, al Redentore, si era svolto l'incontro dei ragazzi delle scuole medie con Libera e Don Ciotti. È un atto gravissimo, che avvicina Bari a Ostia", sostiene Laforgia.



Per questo l'avvocato invita i baresi a reagire e a scendere in piazza: "Dobbiamo essere accanto ai cittadini onesti e pacifici del quartiere Libertà, rompere l'assedio
criminale, garantire l'incolumità di chi vive e lavora nelle periferie". Il tam tam sui social network è già partito e per la mattina di domenica 11 febbraio, davanti al Redentore, è in programma una manifestazione.

Ancora non chiare le dinamica dell'aggressione da parte di persone non identificate. La giornalista è attualmente al pronto soccorso del Policlinico di Bari dove si è recato anche il procuratore Giuseppe Volpe.

bari.repubblica.it

A Maria Grazia Mazzola l'abbraccio e la piena solidarietà di tutta la redazione di ANTIMAFIADuemila

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'INDUSTRIA DELLA CARITA'

L'INDUSTRIA DELLA CARITA'

by Valentina Furlanetto

Valentina Furlanetto racconta le ombre della solidarietà trasformata...

GIUSTIZIA DIVINA

GIUSTIZIA DIVINA

by Emanuela Provera, Federico Tulli

"In parrocchia arrivò un sacerdote che, a mio...


IL GIORNO DEL GIUDIZIO

IL GIORNO DEL GIUDIZIO

by Andrea Tornielli, Gianni Valente

Il tentato "golpeˮ contro Francesco esplode come "bomba...

PALERMO CONNECTION

PALERMO CONNECTION

by Petra Reski

Palermo Connection inaugura una nuova serie di gialli...


STORIA SEGRETA DELLA ‘NDRANGHETA

STORIA SEGRETA DELLA ‘NDRANGHETA

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

Se un tempo i suoi affiliati andavano a...

UN MORTO OGNI TANTO

UN MORTO OGNI TANTO

by Paolo Borrometi

"Ogni tanto un murticeddu, vedi che serve! Per...


LA BESTIA

LA BESTIA

by Carlo Palermo

2 aprile 1985: l'auto che porta Carlo Palermo...

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa