Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Sicilia: Don Scordato a Scime', basta con questi giochetti, c'e' gente che muore di fame

Cronache Italia

Sicilia: Don Scordato a Scime', basta con questi giochetti, c'e' gente che muore di fame

scordato cosimoPalermo (AdnKronos). "Ora basta con questi giochetti. C'è gente che muore di fame, mentre i politici, i burocrati dell'Ars sono riusciti a salvaguardare loro stessi con stipendi altissimi. Non ho mai pensato di fare un processo pubblico, però mi chiedo come facciano a convivere con tutto questo mentre c'è gente che muore di fame?". Arriva a stretto giro di posta la replica di don Cosimo Scordato al segretario generale dell'Ars Fabrizio Scimè, che oggi gli ha scritto una lettera in cui gli chiede di avere "rispetto" per i dipendenti dell'Assemblea regionale siciliana dopo le polemiche sui tetti agli stipendi. Scimè chiede anche a don Scordato di finirla con i "pubblici processi". "Non ho ancora ricevuto la lettera dall'alto burocrate - spiega don Scordato all'Adnkronos - Ma non appena la riceverò gli risponderò per educazione, potrei anche chiedergli un incontro pubblico". Ma tiene anche a precisare: "Sa quanto prende ilo nostro arcivescovo? Appena 1.200 euro al mese. Eppure noi ci sentiamo dei privilegiati. Loro non solo prendono stipendi altissimi ma non vogliono neppure avere il tetto ai 240 mila euro l'anno - dice - è vergognoso. Non solo bisognerebbe abbassare i tetti ma proprio gli stipendi". E spiega: "Io neppure sapevo dell'esistenza di questi tetti, se non ne avesse parlato il Presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè dopo la sua elezione".

affaritaliani.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'INDUSTRIA DELLA CARITA'

L'INDUSTRIA DELLA CARITA'

by Valentina Furlanetto

Valentina Furlanetto racconta le ombre della solidarietà trasformata...

GIUSTIZIA DIVINA

GIUSTIZIA DIVINA

by Emanuela Provera, Federico Tulli

"In parrocchia arrivò un sacerdote che, a mio...


IL GIORNO DEL GIUDIZIO

IL GIORNO DEL GIUDIZIO

by Andrea Tornielli, Gianni Valente

Il tentato "golpeˮ contro Francesco esplode come "bomba...

PALERMO CONNECTION

PALERMO CONNECTION

by Petra Reski

Palermo Connection inaugura una nuova serie di gialli...


STORIA SEGRETA DELLA ‘NDRANGHETA

STORIA SEGRETA DELLA ‘NDRANGHETA

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

Se un tempo i suoi affiliati andavano a...

UN MORTO OGNI TANTO

UN MORTO OGNI TANTO

by Paolo Borrometi

"Ogni tanto un murticeddu, vedi che serve! Per...


LA BESTIA

LA BESTIA

by Carlo Palermo

2 aprile 1985: l'auto che porta Carlo Palermo...

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa