Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia L'arte uccide la mafia: teatro a Terralba

Cronache Italia

L'arte uccide la mafia: teatro a Terralba

our voicedi Veronica Tollardo
Giovedì 5 ottobre il giornalista Aaron Pettinari, caporedattore di AntimafiaDuemila, è stato nostro ospite a Terralba. Ha dialogato con gli studenti delle classi quarte e quinte, presentando loro la sua ultima opera: “Quel terribile 92”. In essa, attraverso le voci di 25 personaggi, si ricordano i tragici eventi del 1992, anno che ha segnato l’inizio di una nuova stagione politica per il nostro paese. I ragazzi hanno avuto l’occasione di approfondire la conoscenza di una parte importante della nostra storia recente. L’autore, con un linguaggio chiaro e diretto, li ha guidati attraverso un racconto corale che ha destato attenzione e grande interesse. Nel corso della stessa mattinata tutti gli alunni della sede di Terralba hanno assistito allo spettacolo “L’arte uccide la mafia”, portato sulla scena nel nostro auditorium dalla compagnia “Our Voice”, composta da giovani studenti marchigiani. Uno spettacolo forte, pieno di energia, espressa attraverso immagini potenti, parole cantate e recitate, passi di breakdance. Sul palco tale energia ha mutato forma durante tutto lo spettacolo. Dalla denuncia aspra e carica di disgusto rispetto alla condotta dei mafiosi si è passati alla satira amara e pungente. Si sono ricordate le figure di Carlo Alberto dalla Chiesa, Pippo Fava, Peppino Impastato, Padre Puglisi, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: di ognuno la statura morale, l’impegno civile, la tragica morte. Così, passando attraverso lo sgomento e la paura (e abbandonandoli quanto prima), l’energia è cresciuta e si è fatta rabbia, per poi trasformarsi, ancora, in un profondo desiderio di giustizia, di conoscenza, di comprensione. In queste forme, attraverso le tante emozioni che abbiamo provato insieme, quell’energia è arrivata a ciascuno di noi. A noi insegnanti, che abbiamo rivissuto eventi della nostra storia, anche personale, ma soprattutto ai ragazzi. Il teatro ha questo potere fra le altre cose: trasforma una lezione in un’esperienza, rendendo inscindibili le vicende rievocate sulla scena e le emozioni da esse suscitate. E sulla memoria e sul ricordo si fonda gran parte delle conoscenze che la scuola ha il compito di trasmettere ai giovani. Pertanto ringraziamo Aaron Pettinari, la compagnia “Our Voice” e tutto lo staff per la competenza e la passione con cui si sono rivolti ai nostri alunni e ringraziamo i nostri alunni per la serietà, l’interesse e l’apprezzamento che hanno manifestato. È questa l’energia di cui abbiamo bisogno. Avanti così, Terralba!

Per info: web. facebook.com/PassionForJustice - e-mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tratto da: liceodecastro.gov.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...


UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...

THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...


I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...

LA VERITA' DEL FREDDO

LA VERITA' DEL FREDDO

by Raffaella Fanelli

Raffaella Fanelli intervista Maurizio Abbatino- La banda della...


NON LASCIAMOLI SOLI

NON LASCIAMOLI SOLI

by Francesco Viviano, Alessandra Ziniti

Quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire...

OMBRE NERE

OMBRE NERE

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Domenica 6 gennaio 1980. Un giovane dagli occhi...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa



il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia