Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Una notte d'estate al Capo. I colori dell'arcobaleno illuminano Gigliopoli

Cronache Italia

Una notte d'estate al Capo. I colori dell'arcobaleno illuminano Gigliopoli

di Domenico Mollura
Ci sono alcuni valori universali che mantengono la loro carica vitale nonostante i mutamenti delle mode. La pace e la concordia sono due di questi valori che è sempre bene ricordare, soprattutto ai più piccoli. Gli stessi valori sono stati i protagonisti della Notte Arcobaleno dei Bambini, evento conclusivo della colonia estiva organizzata a Capo Milazzo, presso Gigliopoli dall’Associazione Il Giglio e dalla Fondazione Lucifero. All’evento, giunto alla sua undicesima edizione, è stato dato il titolo Peace and Love, il mantra del pacifismo internazionale che negli anni ’70 del Novecento è diventato un vero e proprio slogan capace di attraversare l’arte, il cinema, la musica.

notte arcobaleno 2

Proprio gli anni ’70, decennio policromatico e contradditorio stretto tra le illusioni del decennio precedente e di quello successivo, portano le coscienze davanti ad uno specchio impietoso che manifesta tutti i limiti di uno sviluppo miope e antropocentrico. Sono gli anni della prima crisi energetica, dello scomposto disimpegno degli USA nella guerra del Vietnam, dell’esplosione del terrorismo di matrice ideologica e della cosiddetta strategia della tensione. Temi forti, complessi da spiegare e da capire. Per questo lo spettacolo, interamente scritto, prodotto diretto dai ragazzi e dallo staff dell’Associazione Il Giglio, è stato un delicato tuffo in quel mare di complessità, vissuta almeno due generazioni prima di quella dei piccoli protagonisti della serata.

notte arcobaleno 3 400x400

Il modello T2 protagonista della scenografia della Notte Arcobaleno
(© facebook.com/Gigliopoli)

Già dall’ingresso alla Baronia un esemplare (bianco e celeste) del mitico furgoncino T2 Volkswaghen, icona meccanica della libertà di movimento collettivo, ha accolto i numerosissimi ospiti – in platea era presente anche il sindaco di Messina Renato Accorinti – come in una macchina del tempo. Un secondo esemplare (bianco e rosso) campeggiava di fianco al palcoscenico con la medesima funzione di filo conduttore dell’intero decennio. Grande protagonista dello spettacolo la musica sulle cui note si è dipanato il racconto attraverso coreografie cui hanno partecipato i protagonisti della colonia 2017 e immagini video proiettate sullo sfondo: lo sfruttamento delle risorse ambientali e umane, il militarismo sfrenato, la turbinosa velocità della vita urbana e una bambina con uno zainetto in spalla (di un rosso acceso, come il cappottino della bambina che attraversa la follia nel file Schindler’s List) sembra rappresentare l’innocenza, la consapevolezza che si sta formando e che ha bisogno di capire, mettere in ordine le contraddizioni che le scorrono davanti agli occhi.

notte arcobaleno 4 1

Il finale è un inno alla speranza, con un volo di palloncini bianchi lanciati dagli stessi protagonisti, vestiti di bianco, che hanno affollato il palco.

Al termine dello spettacolo la Baronia si è animata con il luna park, musica dal vivo, giocoleria, mangia fuoco e spettacoli di magia itinerante, sotto un cielo estivo pieno di stelle e la luna giunta nel suo quarto scelto (insieme a due stelle) per comporre proprio l’antico stemma della Famiglia Lucifero di San Nicolò e che un black out elettrico, prontamente risolto, non ha fatto altro che rendere più luminoso.

lacittadimilazzoblog.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa