Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia La testimonianza di Salvatore Cuffaro al corso di formazione dell'Odg Sicilia. Unci Sicilia: cronisti non hanno nulla da imparare da lui

Cronache Italia

La testimonianza di Salvatore Cuffaro al corso di formazione dell'Odg Sicilia. Unci Sicilia: cronisti non hanno nulla da imparare da lui

cuffaro salvatore incontro unci giornalistiL'ex presidente della Regione è intervenuto ad Agrigento sul tema carcere e informazione
Crea forte imbarazzo e perplessità quanto accaduto ad Agrigento, dove l'ex presidente della Regione Siciliana Salvatore Cuffaro ha preso la parola intervenendo a un corso di formazione organizzato dall’Ordine dei Giornalisti della Sicilia.
La testimonianza dell'ex presidente, pur resa al di fuori del parterre dei relatori invitati, è stata consentita nell'ambito di un incontro che aveva per oggetto il rapporto tra informazione e carcere. Senza entrare nel merito di una sentenza definitiva che affida alle coscienze di ciascuno il libero giudizio storico e umano nei confronti dell'ex presidente della Regione siciliana, è lecito domandarsi quale sia il valore aggiunto di una testimonianza che sarebbe stata certamente più formativa se fosse stata resa da alcune autorevoli voci interne alla categoria stessa. Esempi che, nella nostra terra, purtroppo non mancano. Esempi di cronisti che hanno patito sulla propria pelle la sofferenza del carcere per aver semplicemente e coraggiosamente fatto il proprio dovere. Casi che andrebbero presi in considerazione nel momento in cui si organizza un corso di formazione destinato ai giornalisti e incentrato su tali argomenti.
Pur riconoscendo il diritto costituzionale di parola di Salvatore Cuffaro, mai messo in discussione, il Gruppo siciliano dell'Unci reputa dunque inopportuno e fuori luogo il suo intervento a un corso di formazione per giornalisti, e auspica che ciò non si ripeta. Per la storia politica e sociale che rappresenta, infatti, Salvatore Cuffaro non può essere inteso come un valido esempio da cui i cronisti possano "imparare" alcunché.

unionecronisti.it

In foto: al centro Salvatore Cuffaro. Alla sua destra l'avvocato Salvatore Pennica, alla sua sinistra il moderatore dell'incontro Stelio Zaccaria (da Repubblica.it)

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...


UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...

THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...


I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...

LA VERITA' DEL FREDDO

LA VERITA' DEL FREDDO

by Raffaella Fanelli

Raffaella Fanelli intervista Maurizio Abbatino- La banda della...


NON LASCIAMOLI SOLI

NON LASCIAMOLI SOLI

by Francesco Viviano, Alessandra Ziniti

Quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire...

OMBRE NERE

OMBRE NERE

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Domenica 6 gennaio 1980. Un giovane dagli occhi...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa



il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia