Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Terrorismo, De Pasquale: ''Ministro Alfano non sembra informato su forze di Polizia, già armate fuori servizio''

Cronache Italia

Terrorismo, De Pasquale: ''Ministro Alfano non sembra informato su forze di Polizia, già armate fuori servizio''

“Alla luce delle parole espresse del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, siamo costretti a dedurre che egli non sia correttamente informato sulle regole di servizio alle quali sono obbligati gli agenti delle forze di Polizia e quindi anche della Polizia Penitenziaria”.

Lo dichiara il segretario nazionale Ugl Polizia Penitenziaria, Alessandro De Pasquale, all’indomani delle dichiarazioni del ministro Alfano che ha segnalato come “novità” l’aver introdotto in una circolare l’obbligo per  gli agenti di Polizia di portare l’arma di ordinanza anche fuori dagli incarichi specifici, in seguito al tragico attentato di Nizza.

“Dunque – sottolinea De Pasquale – nessuna novità o, meglio, una ce n’è ed è alquanto preoccupante: il ministro non sa o non è stato correttamente informato in merito al fatto che  tutti gli appartenenti alle Forze di polizia,  svolgono in via permanente e continuativa funzioni di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria” e quindi per legge sono obbligati a portare sempre l'arma".

“Ora è solo più chiaro a tutti noi – conclude De Pasquale - il perché i poliziotti italiani hanno i contratti di lavoro scaduti e gli stipendi più bassi dei loro colleghi che prestano lo stesso servizio in altri Paesi europei”.
20 luglio 2016

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...

I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa