Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia In memoria di Salvatore Nuvoletta e Gaetano Cappiello. S. Alfano: “Due servitori dello Stato che abbiamo il dovere di ricordare”

Cronache Italia

In memoria di Salvatore Nuvoletta e Gaetano Cappiello. S. Alfano: “Due servitori dello Stato che abbiamo il dovere di ricordare”

nuvoletta-salvatore1° luglio 2013
Palermo. “Un carabiniere giovanissimo, ma con un senso del dovere già affermato. Salvatore Nuvoletta (foto di sinistra) aveva solo 20 anni quando i Casalesi lo uccisero a Napoli per vendicare la morte del boss Mario Schiavone, colpito durante un conflitto a fuoco con i carabinieri. Salvatore quel giorno era addirittura di riposo, ma era un rappresentante dell’Arma. Questo bastava per eliminarlo. Teneva in braccio un bambino che, grazie al suo coraggio, riuscì a salvare. A 31 anni da quel tragico giorno, ricordare Salvatore Nuvoletta è innanzitutto un dovere civile”.

Gaetano Cappiello

Lo afferma Sonia Alfano (Presidente della Commissione Antimafia Europea e dell’Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia) nel giorno della commemorazione del carabiniere Salvatore Nuvoletta, ucciso in provincia di Napoli il 2 luglio 1982.

“Ma oggi - aggiunge Sonia Alfano - ricordiamo anche Gaetano Cappiello (foto di destra), un agente di pubblica sicurezza che prestava servizio alla Squadra Mobile di Palermo e che fu ucciso il 2 luglio del 1975 nel corso di un’operazione antiracket. Anche lui giovanissimo, aveva 28 anni, e una figlia piccola. Un altro servitore dello Stato, ucciso nel compimento del proprio dovere”.

web: soniaalfano.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

PADRINI FONDATORI

PADRINI FONDATORI

by Marco Lillo, Marco Travaglio

Quella del 20 aprile 2018 è una sentenza...

ITALIA OCCULTA

ITALIA OCCULTA

by Giuliano Turone

"Una storia nera. Una storia purtroppo vera. Italia occulta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


IL BENE POSSIBILE

IL BENE POSSIBILE

by Gabriele Nissim

Secondo il Talmud ogni generazione conosce trentasei zaddiqim...

CORRUZIONE E ANTICORRUZIONE

CORRUZIONE E ANTICORRUZIONE

by Raffaele Cantone, Enrico Carloni

Ogni volta che un politico o un funzionario...


I NUOVI POTERI FORTI

I NUOVI POTERI FORTI

by Franklin Foer

Google, Amazon, Facebook, Apple, ormai note con l’acronimo...

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE

by Valentina Furlanetto, Alex Zanotelli

Questo libro racconta il razzismo di ieri e...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa