Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Puglia Taranto, mafia: 11 misure cautelari eseguite dalle Fiamme Gialle

Rassegna Stampa

Taranto, mafia: 11 misure cautelari eseguite dalle Fiamme Gialle

di AMDuemila
Le Fiamme Gialle di Taranto hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 11 indagati, di cui 8 finiti in carcere, in conclusione alle indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura di Lecce. Nell’inchiesta risulterebbero coinvolte altre 46 persone. L’ordinanza di oggi è l'epilogo dell'operazione "Tabula Rasa" che ha sgominato un sodalizio criminale di stampo mafioso, operante nella provincia jonica, dedito al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, al contrabbando di tabacchi. Le indagini hanno accertato che due fratelli tarantini, già appartenenti allo storico sodalizio criminale di stampo mafioso "Sacra Corona Unita", hanno proseguito negli ultimi anni l'attività criminale nell'area tarantina unitamente ad altri sodali. Secondo le indagini l’associazione criminale era capeggiata dai due fratelli, grazie all'incontrastata egemonia esercitata nel quartiere Tamburi di Taranto un significativo controllo sulle attività lecite del territorio jonico preservando così l'egemonia dell'associazione mafiosa di origine. Inoltre, gli investigatori hanno accertato, in un caso, che la compagine criminale aveva imposto ad una casa cinematografica - che aveva realizzato le riprese di un film per alcune settimane a Taranto - la guardiania a cura dei propri sodali dei mezzi e delle attrezzature utilizzate. Inoltre, all’associazione sarebbe stato affidato il compito di controllare le aree comunali ove effettuare le riprese, individuare le aree di parcheggio, interloquire con gli abitanti dei condomini interessati dalle esigenze di scena pattuendo i compensi da erogare a titolo di ristoro per evitare contrattempi per la produzione. In un'altra occasione, nel 2018, invece è stato acclarato il procacciamento di voti in occasione delle consultazioni elettorali indette per le elezioni comunali del capoluogo. La forza del gruppo ha trovato evidenza anche nel vedere il capo indiscusso assunto in un'azienda pubblica nonostante i rilevantissimi precedenti penali, ricoprendo, di fatto, mansioni superiori a quelle spettanti in modo da poter ottenere, in soli 10 anni, una progressione dal I al VI livello, assumendo potere anche nei confronti delle società private di cui condizionava le scelte in forza dell'incarico ricoperto, oltre che della riconosciuta pericolosità criminale.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa