Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Puglia Traffico di droga da Olanda e Albania in Puglia, 22 arresti

Rassegna Stampa

Traffico di droga da Olanda e Albania in Puglia, 22 arresti

di AMDuemila
Trafficavano cocaina purissima al 97%, proveniente dalla Colombia attraverso l'Olanda, e marijuana da piantagioni albanesi, che smistavano in Puglia da Foggia e Andria. La Polizia, sotto il coordinamento della Dda di Bari, ha sgominato due organizzazioni criminali armate dedite al traffico internazionale di sostanze stupefacenti una con base ad Andria, con a capo due pregiudicati del posto e l'altra capeggiata da un albanese residente a Torremaggiore (Foggia), notificando 22 ordinanze di custodia cautelari, 20 in carcere e 2 agli arresti domiciliari (15 delle quali eseguite).
Nel capoluogo dauno, infatti, arrivavano ingenti quantitativi di stupefacenti (cocaina dal nord Europa, marijuana e hascisc dall'Albania) che venivano poi smistati in altre località quali Cerignola, San Salvo, Pescara e Barletta.
A gestire l’importazione dello stupefacente dall’Olanda, dalla Germania e dall’Albania era un cittadino albanese che, attraverso propri connazionali domiciliati nel nord Europa, forniva alle organizzazioni criminali operanti sul territorio italiano cocaina ed eroina di ottima qualità, oltre a ingenti quantitativi di marijuana e hashish, tessendo una rete che si sviluppava anche in Olanda, Germania e Inghilterra. In particolare, la droga giungeva mediante corrieri che, al fine di eludere i controlli delle forze dell’ordine, si avvalevano di sistemi di occultamento quali doppi fondi installati sulle auto. La città di Foggia rappresentava una vera e propria centrale operativa in cui giungevano ingenti quantitativi di stupefacenti che venivano poi smistati in altre località quali Cerignola, San Salvo, Pescara e Barletta; successivamente, altri broker provvedevano a cedere le partite di droga ai vari acquirenti provenienti da diverse regioni italiane.
L'indagine è partita nel gennaio 2015 dopo l'omicidio di Francesco Ferrante, detto Geppetto, ucciso a Trani nel gennaio 2015 con una fucilata alla testa perché stava tentando di imporsi nel locale mercato dello spaccio. Nel corso delle indagini della Squadra Mobile di Bari con i colleghi di Foggia, Napoli, Pescara, Chieti, Milano, Firenze, Brindisi, Bergamo e Forlì/Cesena, coordinate dal pm della Dda di Bari Giuseppe Maralfa, sono state arrestate complessivamente 20 persone, tra pusher e corrieri e sequestrati oltre 440 chili di droga.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa