Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Puglia Mafia: strage nel Foggiano, a S.M. in Lamis presidio di Libera

Rassegna Stampa

Mafia: strage nel Foggiano, a S.M. in Lamis presidio di Libera

Dedicato ai fratelli Luciani, vittime innocenti faida del Gargano
San Marco in Lamis. E' stato intitolato ad Aurelio e Luigi Luciani, le due vittime innocenti di mafia assassinate nella strage del 9 agosto 2017, il nuovo presidio cittadino di Libera costituito a San Marco in Lamis, nel Foggiano. Nell'agguato furono uccisi il boss Mario Luciano Romito e suo cognato Matteo De Palma. "Noi di Libera abbiamo per anni puntato tutto sui coordinamenti provinciali trascurando i singoli territori - ha affermato nel corso dell'assemblea cittadina il referente di Libera Puglia Mario Dabbicco -. E' importante essere presente nel territorio perché è lì che dobbiamo animare le realtà che vanno a contrastare illegalità e corruzione". "Vogliamo partire da San Marco in Lamis - ha aggiunto Dabbicco - perché qui è presente una delle tre mafie che operano nel Foggiano. Impiegheremo quindi una dose notevole di energia. Possiamo diventare i più bravi della classe soltanto unendoci, superando la logica dell'io a favore della logica del noi". "Il nostro invito è a tutte le forze positive presenti sul territorio, a riempire e sostenere questi nuovi gruppi" spiega Sasy Spinelli, referente provinciale di Libera Foggia. "Quello di San Marco, in particolare, giunge a costituzione - conclude - dopo un percorso di formazione e conoscenza partito subito dopo il 9 agosto del 2017, giorno in cui furono uccisi i fratelli Luciani".

ANSA

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...

TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...


IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...


LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa