Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Puglia Adria: Carabinieri, operazione Castel del Monte 13 ordini di carcerazione

Rassegna Stampa

Adria: Carabinieri, operazione Castel del Monte 13 ordini di carcerazione

22 giugno 2012
Bari. Sono 13 le persone finite nella rete dei Carabinieri della Compagnia e dei Poliziotti del Commissariato di Andria, in esecuzione di altrettanti ordini di carcerazione emessi dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Bari, in attuazione della sentenza definitiva emessa il 1° giugno 2012 dalla Suprema Corte di Cassazione. Si tratta di soggetti, appartenenti ad un gruppo criminale con base operativa nella città di Andria, che dovranno scontare condanne (variabili da 1 mese a 10 anni di reclusione) riconducibili, a vario titolo, ai reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, traffico internazionale di stupefacenti e delitti in materia di armi.

I provvedimenti rappresentano l’ultimo atto di una vicenda giudiziaria derivata da una complessa attività investigativa, condotta da Polizia e Carabinieri, convenzionalmente denominata “CASTEL DEL MONTE”, avviata nel 2001 a seguito di un attentato dinamitardo commesso contro il Commissariato di Andria e conclusasi nel novembre del 2006 con l’esecuzione di 76 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal G.I.P. del Tribunale di Bari su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo, in collaborazione con la Procura della Repubblica di Trani. L’operazione consentì di assicurare alla giustizia soggetti ritenuti vicini a due pericolosi sodalizi criminali che imperversavano nella città Federiciana, riconducibili a Pastore Agostino, capo storico della malavita locale ucciso il 24 settembre del 2000, ed il secondo alla famiglia Pistillo, egemone nel quartiere “San Valentino”.

Questi i destinatari dei provvedimenti:

ASSOCIATI CASA CIRCONDARIALE DI TRANI

1.       Lotito Antonio, andriese, cl.52;

2.     Albano Matteo, andriese, cl.49;

3.     Campanale Riccardo, andriese, cl.61;

4.     Quacquarelli Giuseppe, andriese, cl.60;

5.     Mangino Salvatore, andriese, cl.69, già detenuto presso la casa circondariale di Trani;

6.     De Giovanni Riccardo, andriese, cl.76, già detenuto presso la casa circondariale di Turi;

7.     Pasculli Vito, di Corato, cl.70;

8.     Suriano Nicola, andriese, cl.62;

9.     Cifaratti Pietro, andriese, cl.54;

SOTTOPOSTO ARRESTI DOMICILIARI

10.  Simone Michele, andriese, cl.59;

SOGGETTI NEI CUI CONFRONTI LA PENA E’ STATA SOSPESA

11.   Lattanzio Ruggiero, di Barletta, cl.61;

12.  D’Avanzo Donato, andriese, cl.76;

13.  Vurchio Riccardo, andriese, cl.68.

AGENPARL

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa