Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Campania Camorra: in manette 51 affiliati al clan Vanella Grassi

Rassegna Stampa

Camorra: in manette 51 affiliati al clan Vanella Grassi

di AMDuemila
E’ terminato con ben 51 arresti il maxi blitz anticamorra a Nord di Napoli che questa mattina è stato eseguito da carabinieri e polizia che, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia, hanno scandagliato i quartieri di San Pietro a Patierno, Secondigliano e Scampia. Scene che non si vedevano da quando le strade della zona erano insanguinate da agguati e regolamenti di conti.
Secondo le indagini tutti gli arrestati sarebbero affiliati al clan Vanella Grassi, storicamente attivo nell'area. Le accuse a vario titolo sono traffico e spaccio di droga, estorsione aggravata, detenzione di armi e associazione di stampo mafioso. L'indagine è nata nel 2016: ha decapitato il clan, dapprima satellite dei Di Lauro e poi confluito nel cartello scissionista degli Amato Pagano, sino a diventare potente e autonoma consorteria dopo la sanguinosa faida del 2012-2013, che ne ha segnato la vittoriosa contrapposizione agli Abete Abbinante.
Dall’inchiesta è emersa tutta la composizione dei Vanella Grassi che, da clan unitario, si è articolato in gruppi separati sia pure confederati tra loro, tutti sottoposti al potere direttivo del fondatore Salvatore Petriccione. Secondo quanto ricostruito, Petriccione, nonostante fosse detenuto, riusciva a far arrivare gli ordini fuori dal carcere approfittando dei colloqui con persone esterne concessi nel penitenziario. Il clan controllava il territorio attraverso la droga e le estorsioni. Nemmeno il lockdown, con le conseguenti restrizioni alla mobilità, ha limitato le attività di spaccio della camorra. La distribuzione 'al minuto' dello stupefacente, nelle 'piazze' di spaccio monopolizzate dai Vanella, ha continuato a funzionare ininterrottamente. La ripresa delle attività lavorative è combaciata con la ripresa delle estorsioni. Vittime i commercianti di Secondigliano e i titolari, circa 120, delle bancarelle del mercatino ambulante che si tiene ogni settimana nei pressi della villa comunale di Scampia.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa