Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Campania Camorra: pronti a chiedere pizzo Natale, arresti clan Casalesi

Rassegna Stampa

Camorra: pronti a chiedere pizzo Natale, arresti clan Casalesi

In otto avevano estorto denaro a commercianti lo scorso anno
CASERTA. Avrebbero compiuto, per conto del clan dei Casalesi, estorsioni ai danni di commercianti di Aversa (Caserta) prima delle festivita' natalizie del 2018: e' l'accusa contestata ad otto presunti esponenti della cosca camorristica, tra cui un ragazzo minorenne, arrestati questa mattina, su ordine del gip di Napoli, dai carabinieri del Gruppo di Aversa, giusto in tempo per evitare che anche in questa prossima vigilia di feste potessero tornare in strada a chiedere il pizzo. I provvedimenti sono stati emessi dal Gip di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, che ha coordinato le indagini. Il gruppo di estorsori, e' emerso, faceva riferimento alle fazioni Bidognetti e Schiavone del clan dei Casalesi. I carabinieri guidati dal comandante del reparto territoriale, Donato D'Amato, hanno scoperto, attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali, e mediante classici servizi di pedinamento, che gli indagati, proprio un anno fa, avevano battuto a tappeto le attivita' commerciali di Aversa, e dei comuni vicini di Lusciano e Parete, soprattutto ristoranti e imprese di trasporti,chiedendo tangenti dai 250 euro ai 15mila euro. I soldi servivano per pagare lo stipendio agli affiliati e sostenere le famiglie dei detenuti, ma molti operatori economici non hanno ceduto, hanno preso tempo, e alla fine su oltre 10 richieste estorsive, solo due sono andate a buon fine.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa