Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: Gdf sequestra 8 milioni a imprenditore colluso

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: Gdf sequestra 8 milioni a imprenditore colluso

di AMDuemila
Stamani i finanzieri del Nucleo Speciale Polizia Valutaria hanno sequestrato beni per 8 milioni di euro a un imprenditore cinquantenne P. A., detto Daniele. I militari, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Reggio Calabria - Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore Capo Giovanni Bombardieri, hanno eseguito un provvedimento emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria. Il destinatario, sottoposto alla sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno, sarebbe contiguo alle cosche di 'ndrangheta degli Iamonte di Melito Porto Salvo (RC) e dei Piromalli di Gioia Tauro (RC). Dalle indagini della Guardia di Finanza sarebbe emerso che l'imprenditore era, da tempo, in affari con le ‘ndrine, avendo avviato e accresciuto le proprie attività grazie agli appoggi delle predette cosche. Le investigazioni hanno avuto origine dalle risultanze dell'operazione di polizia "Ada", conclusasi con l'esecuzione, nel corso del 2013, di arresti nei confronti di numerosi affiliati alla cosca Iamonte per il reato, tra gli altri, di associazione di tipo mafioso. L'attività condotta dalla Guardia di Finanza, supportata dalle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, avrebbe consentito di appurare come il destinatario del provvedimento non solo conoscesse da tempo i vertici della cosca Piromalli ma li frequentasse e si rapportasse con loro in virtù dei comuni interessi focalizzati sia sul territorio calabrese ma anche in Emilia Romagna, Lazio e Lombardia. La sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della locale D.D.A., con due diversi provvedimenti risalenti al 2018 ed al 2019, aveva disposto il sequestro del patrimonio illecitamente accumulato dall'imprenditore. La confisca riguarda il patrimonio riconducibile all'imprenditore reggino, costituito dal compendio aziendale di diverse imprese, quote societarie, immobili, autoveicoli e rapporti finanziari.

Foto © Imgoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa