Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: sequestrati beni per 20 mln a boss Mancuso

Indagine Gdf evidenziato strategie per passaggio proprieta' cosca
Beni per 20 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Vibo Valentia al boss Giovanni Mancuso, di 78 anni, detto "Billy", in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Catanzaro su richiesta della Dda. L'operazione, denominata "Terra nostra", ha riguardato 92 terreni, 16 fabbricati, 9 auto, un trattore, 2 aziende agricole e 2 ditte individuali. Dalle indagini, coordinate dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, dall'aggiunto Vincenzo Capomolla e dai pm Antonio De Bernardo e Pasquale Mandolfino, sono emerse procedure di passaggio dei beni, che, secondo l'accusa, in apparenza rispettano i canoni della legalita' ma che in realta' nascondono i meccanismi perversi del metodo mafioso. Molti beni, infatti sono stati acquisiti, ad esempio, grazie all'usucapione approfittando dello stato di bisogno dei legittimi proprietari e sfruttando la forza del vincolo associativo, oltre che con passaggi notarili di beni fittiziamente intestati.

ANSA