Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: operazione Hermes, 12 condanne e 5 assoluzioni a Crotone

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: operazione Hermes, 12 condanne e 5 assoluzioni a Crotone

di AMDuemila
Dodici condanne e cinque assoluzioni. Così si è consulto il processo celebrato con rito abbreviato scaturito dall'operazione Hermes condotta nel giugno del 2018 dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. La sentenza è stata emessa dal giudice dell'udienza preliminare di Catanzaro, Paola Ciriaco.
Gli imputati, tutti crotonesi, rispondevano a vario titolo di associazione mafiosa dedita alle estorsioni ai danni di commercianti e imprenditori, detenzione di armi e droga. Dall'indagine è emerso che non c'era attività commerciale a Crotone che non fosse soggiogata dalla cosca: dai bar alle pasticcerie, dai ristoranti alle tabaccherie, dagli alberghi ai negozi per bambini, tutti dovevano pagare il pizzo. Anche dieci euro al giorno, anche una fornitura di sigarette.
Dalle indagini emerse anche l'influenza della cosca durante la tradizionale festa della Madonna di Capocolonna. Veniva infatti imposto ai gestori degli stand dei panini di acquistare, a prezzi maggiori, prodotti come panini e carne. Al vertice dell'organizzazione due nuclei familiari crotonesi, quelli dei Barilari e dei Foschini. E proprio ad Antonio Foschini il gup ha inflitto la pena più pesante: 12 anni e 4 mesi di reclusione, mentre ad Annibale Barilari sono stati inflitti 10 anni e 10 mesi, stessa pena ad Antonio Maiolo. Rispetto alla richiesta del pm è stata inflitta una pena più pesante a Domenico Foschini, collaboratore di giustizia: 6 anni e 4 mesi a fronte dei 2 anni e 2 mesi chiesti dalla pubblica accusa. Dal procedimento è stata stralciata la posizione dell'imputato principale, Gaetano Barilari, ritenuto il capo dell'organizzazione.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa