Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: disposto dal prefetto scioglimento Asp di Catanzaro

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: disposto dal prefetto scioglimento Asp di Catanzaro

Gratteri: "Parte da nostra indagine"
di AMDuemila
Il prefetto di Catanzaro Francesca Ferrandino, ha disposto, con proprio decreto, la sospensione dell'organo di direzione generale dell'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro nominando la commissione che sarà chiamata a gestire l'Ente. Il provvedimento fa seguito alla delibera del Consiglio dei ministri di ieri che ha disposto lo scioglimento dell'Azienda per condizionamenti della 'ndrangheta. La commissione è composta da Domenico Bagnato, da Franca Tancredi e da Salvatore Gullì. A loro sono affidate le attribuzioni dell'organo di direzione generale nonché ogni altro potere ed incarico connesso, nelle more del perfezionamento dell'iter procedurale con emanazione del dpr di scioglimento.
Sulla decisione del Prefetto è anche intervenuto il Procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine della conferenza stampa sull'operazione antimafia "Crisalide 3": "Lo studio e la valutazione per lo gratteri nicola c imagoeconomica 0scioglimento dell'Asp di Catanzaro parte proprio dalla nostra indagine 'Quinta Bolgia' che dimostra la permeabilità della Pubblica amministrazione, in un settore delicato quale quello della Sanità, da parte della criminalità organizzata". "Sono lavori - ha aggiunto - che non nascono per caso. Diciamo che stiamo avanzando pian piano, stiamo pian piano portando un po' di serenità alla gente. Proprio per questi motivi, per quello che stiamo riuscendo a produrre, invito a continuare a fidarsi di noi. Continuate a venire a denunciare. La cosa che abbiamo riscontrato è che molta gente sta venendo a denunciare. Voi sapete che ogni settimana io dedico un pomeriggio, o una serata a ricevere persone: usurati, estorti. C'è tanta gente disperata, esasperata che si sta fidando di noi, Procura distrettuale, e delle forze dell'ordine. Questo ci rincuora, è la benzina nel motore che ci aiuta a fare di più e meglio se possibile".

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa