Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: sequestro lavanderia a prestanome di Mandaliti

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: sequestro lavanderia a prestanome di Mandaliti

di AMDuemila
Cosenza. La Dia di Catanzaro stamani ha sequestrata la lavanderia industriale di “Iacovo Maria”, con sede a Diamante, in provincia di Cosenza. Il negozio è formalmente intestato al coniuge di Iacovo Maria ma secondo le indagini patrimoniali svolte dagli investigatori, l'azienda è nella disponibilità di Mandaliti Antonio. L'uomo è stato arrestato nell'estate 2016 assieme alla moglie nell’ambito dell’operazione “FRONTIERA”, che ha colpito duramente gli interessi anche economici della potente cosca Muto, egemone nel comprensorio di Cetraro (Cosenza).

Gli investigatori della Sezione Operativa di Catanzaro hanno condotto delle indagini patrimoniali accurate riguardo l'arco temporale compreso tra il 1997 ed il 2015. Sulla base dei risultati ottenuti il Tribunale di Cosenza ha dato il via per il sequestro poiché l'attività imprenditoriale sembra essere “... per come ipotizzato nel procedimento Frontiera, frutto o reimpiego di attività illecite”. “I sufficienti indizi di tale provenienza illecita…- scrive la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale - [sono stati ricavati] proprio dall’ordinanza applicativa di custodia cautelare nei confronti del Mandaliti per [il reato ascrittogli], nell’ambito della quale le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia – affermative della fittizietà dell’intestazione della lavanderia Iacovo e dell’atteggiamento del Mandaliti volto ad imporre il monopolio dei relativi servizi grazie alla propria appartenenza alla cosca Muto – sono [state] considerate, oltre che intrinsecamente coerenti, anche estrinsecamente riscontrate [dalle prove]…agli atti di quel procedimento”.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa