Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria Video - 'Ndrangheta: polizia sventa aggressione contro Klaus Davi

Rassegna Stampa

Video - 'Ndrangheta: polizia sventa aggressione contro Klaus Davi

di Ilaria Calabrò
Prima un vaso di fiori tirato dal balcone poi un tentativo di aggressione fisica evitato dall’intervento della Polizia. Ha rischiato parecchio ieri il giornalista Klaus Davi in missione a Bovalino per intervistare un boss milanese della ‘Ndrangheta ora tornato a vivere Calabria.

La troupe del massmediologo Klaus Davi si è recata nella Locride sotto casa del  narcotrafficante Giuseppe Calabrò, detto ‘U Dutturicchiu’. Considerato uno dei punti di riferimento del clan Romeo di San Luca e accusato in passato di aver voluto attentare alla vita di Vincenzo Parisi, allora Capo della Polizia. Fino a poco tempo fa Calabrò, da pochi mesi in libertà, era residente a Milano, città dove ha vissuto per 30 anni.



I fatti: mentre Davi stava intervistando una persona sotto la casa del boss, ecco che un vicino dal balcone dell’appartamento al primo piano del palazzo ha lanciato un vaso di fiori con l’esplicito intento di colpire il giornalista, senza però centrarlo. Non pago del gesto violento, l’uomo ha proseguito nel minacciare Klaus Davi con termini inequivocabili: “Questa volta hai rotto i coglioni… ti spacco la testa”. Pochi secondi dopo è addirittura sceso in strada con l’intenzione di aggredirlo fisicamente. L’episodio sarebbe degenerato se non fossero intervenuti tempestivamente due agenti della Digos che hanno immediatamente bloccato l’uomo. Dopo l’accaduto, la famiglia dell’aggressore ha chiamato un’ambulanza che però è ripartita senza nessuno a bordo.

Klaus Davi ha ringraziato la Polizia di Stato per la professionalità dimostrata e la rapidità dell’intervento grazie al quale sono stati impediti sviluppi imprevedibili e, riguardo a Giuseppe Calabrò, ha dichiarato: “È la decima volta che mi reco a Bovalino e il Calabrò non si trova mai nella casa dove è ufficialmente residente. Probabilmente intesse le sue relazioni a San Luca, suo paese d’origine. O forse è tornato a vivere in Costa Azzurra, zona che in passato ha frequentato abitualmente. Premesso che parliamo di un soggetto libero, sarebbe interessante capire dove vive l’uomo che voleva uccidere il nostro Capo della Polizia e rivolgergli qualche domanda”.

strettoweb.com

A Klaus Davi la completa solidarietà di tutta la redazione di ANTIMAFIADuemila

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa