Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta, Questura di Reggio Calabria 'striglia' Klaus Davi: si espone a pericoli

Rassegna Stampa

'Ndrangheta, Questura di Reggio Calabria 'striglia' Klaus Davi: si espone a pericoli

klaus davi 300Da ambienti della questura di Reggio Calabria, in prima linea contro la 'Ndrangheta e protagonista dello spettacolare arresto del narcotrafficante e superlatitante Vincenzo Macri proprio in questi giorni è arrivata una strigliata al massmediologo Klaus Davi. Il Comitato per l'ordine e la sicurezza da oltre un anno ha deliberato che il massmediologo deve comunicare per motivi di sicurezza i propri spostamenti in Calabria ed essere seguito dalla Digos. Klaus infatti per un certo periodo è stato visto  in Calabria scortato da due agenti in borghese durante i suoi viaggi in Calabria. Ma ultimamente il noto collaboratore di Massimo Giletti su Rai Uno è stato visto  in zone critiche della Calabria accompagnato solo da qualche collaboratore o addirittura da solo e questo in zone particolarmente critiche. Klaus si è recato  a Rosarno per intervistare il figlio di un boss della piana qualche sera fa accompagnato solo dai propri microfoni e telecamere, cosa che ha fatto arrabbiare non poco gli inquirenti. Ora, da ambienti vicini alla Questura, sembra che Davi sia stato 'richiamato' a maggiore collaborazione. Interpellato da Antimafia Duemila Klaus Davi conferma: "è vero che giro da solo ma solo perché altrimenti non riesco a fare le interviste  In certi contesti diventa difficile presentarsi con i poliziotti per ottenere dichiarazioni e interviste..".

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa