Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria Legalità: don Ciotti a corteo ricordo Dodò, sia memoria viva

Rassegna Stampa

Legalità: don Ciotti a corteo ricordo Dodò, sia memoria viva

commemorazione gabriele dodò c ansaBimbo vittima di agguato mafia avrebbe compiuto 18 anni
Crotone. "Il tuo papà e la tua mamma, Dodò, ci hanno invitato a a non dimenticare, ma soprattutto a fare. Ad impegnarci contro le mafie. Questo 17 ottobre sia veramente un momento di festa, ma anche di consapevolezza. Perché il miglior modo di fare memoria è quello di fare la nostra parte. Colpire i bambini è l'offesa più grave della vita: non dimenticatelo mai". Lo ha detto don Luigi Ciotti parlando, a Crotone, al termine del corteo di migliaia di persone, nella stragrande parte studenti, che ha percorso le strade principali della città. La manifestazione è stata organizzata da Libera e dall'associazione "Domenico Gabriele" fondata da Giovanni e Francesca Gabriele per ricordare il loro figlio, Dodò, vittima innocente di un agguato di mafia il 25 giugno del 2009, e che proprio oggi avrebbe compiuto il suo diciottesimo compleanno. "Negare il diritto di essere bambini è una ferita - ha proseguito don Ciotti - che ciascuno di noi deve sentire nel cuore, nella propria carne. Fare memoria non significa fare celebrazioni. Ne abbiamo viste tante di targhe apposte e di parole di circostanza. Noi qui, oggi, siamo insieme per una memoria viva. Tocca a noi fare la nostra parte. Il problema più grande non è chi fa il male, ma quanti guardano e lasciano fare. L'omertà uccide la speranza delle persone, noi dobbiamo uccidere l'omertà avendo il coraggio di avere più coraggio. Il coraggio dell impegno quotidiano". Un momento molto toccante è stata la lettura dei nomi dei 108 bambini, vittime innocenti di mafia, che è stata eseguita dalle autorità presenti. Così come ha commosso l'omaggio dei compagni di scuola di Dodò di quella V A del 2009 che, con una rappresentazione teatrale, che ha come protagonista una classe, hanno raccontato a Domenico quello che hanno fatto in questi anni

ansa.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa