Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta, Ettore Sottile al 41 bis

Rassegna Stampa

'Ndrangheta, Ettore Sottile al 41 bis

41 bisRitenuto un esponente del clan Rango-Zingari di Cosenza, era finito nel blitz dell'inchiesta "Nuova famiglia", scattato nel 2014 in cui sono finiti dietro le sbarre presunti capi ed esponenti della cosca
di Mirella Molinaro 
COSENZA. Disposto il 41 bis per Ettore Sottile, ritenuto un esponente del clan Rango-Zingari di Cosenza. Nei giorni scorsi era stato scarcerato dal gip di Catanzaro per una questione tecnica, avanzata dai suoi difensori Antonio Sanvito e Cesare Badolato. Ma la scarcerazione è durata pochissimo perché il gip in breve tempo ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare accogliendo una richiesta avanzata dalla Dda di Catanzaro. Ettore Sottile era finito nel blitz dell'inchiesta "Nuova famiglia", scattato il 27 novembre del 2014 in cui sono finiti dietro le sbarre presunti capi ed esponenti della cosca. Sottile - ritenuto il contabile del clan - era accusato di estorsioni, associazione mafiosa e traffico di droga. Ma per quest'ultimo capo di imputazione la Dda non aveva chiesto l'arresto. 

Sottile finì in carcere per l'associazione mafiosa e per due accuse di estorsione, che poi decaddero in fase di Riesame. Il presunto contabile è in carcere, però, solo per mafia e indagato a piede libero per gli altri capi di imputazione. Lo scorso aprile Sottile viene condannato a 16 anni di carcere. La pena viene comminata in larga parte per il traffico di droga e "solo" un anno e due mesi per l'accusa di mafia, accusa per la quale è in carcere. Ecco, allora, che i suoi legali hanno avanzato la richiesta di scarcerazione sostenendo che Sottile ha già scontato in carcere la pena relativa all'associazione mafiosa. Il gip ha accolto le tesi della difesa. Ma, intanto, la Procura aveva avanzato la richiesta di carcere per il capo di imputazione relativo al traffico di droga. E il gip ha accolto anche questa richiesta. Ora i suoi legali faranno ricorso al Riesame per mettere in discussione la nuova ordinanza di custodia cautelare. Ettore Sottile era ritenuto il contabile del sodalizio cosentino: infatti dopo il suo arresto - raccontano i pentiti - ci saranno evoluzioni in tal senso. Ci sono soggetti deputati alle estorsioni e soggetti impegnati nello spaccio di droga sempre con regime monopolistico tanto che i riottosi venivano "contrastati".

corrieredellacalabria.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa