Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: cocaina su navi cargo, altri 4 arresti

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: cocaina su navi cargo, altri 4 arresti

Reggio Calabria. Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Catanzaro, sezione Goa del Gico, ha eseguito quattro provvedimenti di custodia cautelare, tre in carcere e uno ai domiciliari, a carico di altrettanti indagati nell’ambito dell’operazione antidroga Santa Fè. I provvedimenti, emessi dal gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda reggina, hanno riguardato Beniamino De Santo, di 31 anni, Alessandro Mazzullo (33), Rosario Rao (35) e Giuseppe Tirintino (38), tutti della Piana di Gioia Tauro. L’operazione Santa Fè, condotta dalla Guardia di finanza (sezione Goa del Gico e Scico di Roma) in sinergia con Dea e Guardia civil spagnola aveva consentito, nel giugno del 2015, di sgominare un’organizzazione internazionale di narcotrafficanti legata alla ‘ndrangheta e di sequestrare oltre 4 tonnellate di cocaina purissima. Il filone italiano dell’inchiesta, in particolare, aveva evidenziato contatti, alleanze e collaborazioni tra gruppi criminali della locride e quelli dell’area tirrenica. L’organizzazione contava come principali promotori Francesco Marte,Antonio Femia, Nicodemo Fuda e fratelli Vincenzo e Giuseppe Alvaro che, in particolare, grazie ai loro numerosi contatti con operatori portuali erano in grado di pianificare il recupero dello stupefacente occultato all’interno di container trasportati sulle navi cargo in arrivo dalla Colombia in vari porti italiani. Gli arresti sono stati fatti a seguito delle dichiarazioni di due indagati che hanno deciso di collaborare con la giustizia. Grazie a quanto appreso sono emersi ulteriori elementi conoscitivi, suffragati dai riscontri effettuati dai finanzieri, che hanno portato all’emissione dei nuovi provvedimenti.

giornaledicalabria.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa