Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria In arresto, ma il carico era partito: sequestrati 220 chili di cocaina

Rassegna Stampa

In arresto, ma il carico era partito: sequestrati 220 chili di cocaina

sequ cocaina veneziaLa Finanza ha requisito l'ennesima partita di droga al porto di Venezia. Era stata "prenotata" dagli 'ndranghetisti finiti in manette giovedì scorso.
'Ndrangheta, sequestro di chili di cocaina al porto di Venezia

La dimostrazione che l'organizzazione legata alla 'Ndrangheta sgominata la settimana scorsa manovrasse ingentissime quantità di cocaina la si è avuta mercoledì: gli arresti operati dalla guardia di finanza soprattutto in un capannone di Meolo, che hanno portato in carcere un "santista" della cosca di Africo, nel Reggino, e i suoi sodàli, hanno completamente disarticolato la banda, che quindi non ha avuto più il controllo dei traffici che prima invece gestiva a puntino. Dunque i criminali non hanno avuto il tempo di bloccare l'ennesimo arrivo di stupefacente in Italia: si trattava di un carico di 220 chili di cocaina partito come sempre dal Sud America e arrivato, dopo una sosta tecnica in Spagna, al porto di Livorno. Secondo i piani, poi, il carico "scottante" di frutta (in questo caso banane) avrebbe dovuto raggiungere poi il porto di Venezia per essere poi sdoganato. 

Con ogni probabilità nello stesso magazzino di Meolo dove nei giorni scorsi è scattato il blitz del Gico di Venezia. Uomini d'onore, in tutto e per tutto legati a un clan calabrese, in grado di movimentare milioni di euro e quintali di droga purissima, di cui il 30% rimaneva in territorio lagunare. Erano i "dominatori" dello spaccio di cocaina, ora sono in carcere. Durante la raffica di arresti erano stati requisiti 130 chili di droga, stavolta il carico è ancora più pesante. 

Le fiamme gialle hanno atteso l’arrivo del carico alla dogana di Venezia con in mano un decreto di perquisizione della DDA veneziana. Non appena giunto negli spazi doganali, il container è stato ispezionato a fondo dai militari del Nucleo di polizia tributaria, coadiuvati dai colleghi del II Gruppo di Venezia, dai “Baschi verdi” e dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane. Nel corso delle operazioni, nascosti fra i bancali, sono stati individuati 188 panetti di cocaina purissima, ciascuno del peso di circa 1.200 grammi. Il totale, come detto, ammonta a 220 chili di cocaina. Si trattava di una nuova partita di droga ordinata nello scorso mese di novembre, che i trafficanti avrebbero dovuto prendere in consegna proprio in questi giorni. Gli arresti di giovedì scorso hanno fatto saltare completamente i piani e non hanno reso possibile fermare il carico, che era già salpato a bordo di una nave dal porto di Turbo, in Colombia.

veneziatoday.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa