Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: Gdf sequestra beni a cosca Lamezia

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: Gdf sequestra beni a cosca Lamezia

Lamezia Terme (Catanzaro). La Guardia di finanza ha sequestrato beni per un valore di 1,5 milioni di euro nei confronti dei vertici della cosca Giampa' di Lamezia Terme, individuando anche due "prestanome" ed alcuni episodi di estorsione. Il provvedimento e' stato emesso dal Tribunale di Catanzaro e riguarda disponibilita' finanziarie, beni mobili ed immobili riconducibili alla potente cosca di Lamezia Terme, ma anche a due insospettabili prestanome che finora non erano stati individuati. Le indagini hanno evidenziato una sproporzione tra i redditi dichiarati e i beni posseduti. Tra i beni sequestrati ci sono alcune abitazioni lussuosamente rifinite e riconducibili ad esponenti di spicco della cosca e ai parenti stretti. Il provvedimento ha portato ad effettuare diverse perquisizioni, mentre ad uno degli esponenti della cosca e' stato notificato anche un avviso di garanzia per una estorsione che sarebbe stata compiuta ai danni di un imprenditore locale. I finanzieri hanno infatti evidenziato che l'esponente del clan aveva messo in piedi un'impresa di costruzioni per costruire una struttura economico-finanziaria che potesse giustificare il suo tenore di vita. Per questo, l'uomo avrebbe imposto ad una persona di affidargli i lavori di edificazione di un fabbricato, a costi nettamente superiori rispetto a quelli di mercato. Secondo le indagini coordinate dalla Direzione distrettuale di Catanzaro, con questo episodio e' stato contestato il reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa