Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria Minacciò i pm della Dda Lombardo e Gratteri, trovato morto Francesco Triolo

Rassegna Stampa

Minacciò i pm della Dda Lombardo e Gratteri, trovato morto Francesco Triolo

minacce-lombardo-gratteri-videodi Lucio Musolino - 3 marzo 2015
Il pm di turno ha disposto l'autopsia che sarà eseguita nelle prossime ore. Non è escluso che l'uomo, di 47 anni, possa aver ingerito qualcosa che lo ha portato alla morte. Per conoscere gli esiti degli esami tossicologici serviranno diversi giorni

È morto improvvisamente Francesco Gennaro Triolo, l’uomo denunciato a fine gennaio per le minacce telefoniche ai magistrati di Reggio Calabria Giuseppe Lombardo e Nicola Gratteri. A comunicarlo è stato il fratello Giuseppe che lo ha trovato senza vita nel suo appartamento nella periferia sud della città dello Stretto.

Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri che hanno eseguito i primi rilievi nell’abitazione. Al momento, però, il corpo dell’uomo non presenterebbe segni di violenza per cui la prima ipotesi investigativa è che Francesco Gennaro Triolo sia stato colto da un malore improvviso. La Procura della Repubblica, però, vuole vederci chiaro e ha avviato comunque un’inchiesta. Il pm di turno ha disposto l’autopsia che sarà eseguita nelle prossime ore. Non è escluso che l’uomo, di 47 anni, possa aver ingerito qualcosa che lo ha portato alla morte. Per conoscere gli esiti degli esami tossicologici serviranno diversi giorni.


Tra il novembre 2014 e il gennaio 2015, Triolo era finito sotto inchiesta dalla Guardia di finanza che, su disposizione della Procura di Catanzaro (competente sulle indagini che toccano i magistrati del Distretto di Reggio) era riuscita a monitorare tutte le cabine telefoniche che l’uomo utilizzava per le minacce al sostituto procuratore della Dda Giuseppe Lombardo e al procuratore aggiunto Nicola Gratteri. Triolo secondo le Fiamme gialle era “risultato in contatto con soggetti contigui alla ‘ndrangheta”.

“Siamo pronti a uccidere il giudice Lombardo” diceva durante le telefonate anonime. Una delle ultime è stata fatta anche alla madre del pm Lombardo alla quale Triolo aveva comunicato che presto le avrebbero ucciso il figlio. Nonostante la morte del principale indagato, la Procura di Catanzaro e gli investigatori vanno avanti con l’inchiesta. Gli inquirenti stanno cercando di verificare se dietro Triolo ci sono famiglie mafiose reggine che potrebbero avere utilizzato l’uomo il cui fratello, alcuni anni fa, è stato processato e assolto per avere minacciato il procuratore generale Salvatore Di Landro.

ilfattoquotidiano.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa