Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: "inchino"; Procuratore, perchè boss ai domiciliari?

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: "inchino"; Procuratore, perchè boss ai domiciliari?

8 luglio 2014
Reggio Calabria. "E' certamente una manifestazione di condizionamento e di inquinamento gravissima". Lo ha detto all'Agi il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, commentando l'episodio accaduto il 2 luglio a Oppido Mamertina, quando durante la processione il simulacro della Madonna ha "reso omaggio", con un inchino, davanti alla casa di un ergastolano, Giuseppe Mazzagatti.
"Gravissimo - ha proseguito De Raho - è che addirittura sia accaduto durante una manifestazione religiosa, un inchino della Madonna, è qualcosa di grave che dimostra quanto ancora forte sia la 'ndrangheta nel territorio e quanto rispetto porta la popolazione nei confronti di persone che invece meriterebbero di stare nel carcere. Non si riesce a capire, infatti, come un ergastolano come è appunto la persona dinanzi alla quale ci si è fermati, si possa trovare a casa agli arresti domiciliari. Questo è un altro aspetto che verrà guardato". Il procuratore, inoltre, ha confermato l'apertura di un fascicolo in merito alla vicenda: "Abbiamo aperto un fascicolo, c'è un'indagine per accertare qual è il grado di inquinamento e soprattutto - ha concluso - in quale misura trovi attuazione la fattispecie di cui all'articolo 416 bis". Ossia il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa