Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: sequestrati beni per 10 mln affiliati clan Tegano

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: sequestrati beni per 10 mln affiliati clan Tegano

gdf-web512 maggio 2014
Reggio Calabria. Beni per un valore complessivo di 10 milioni di euro sono stati sequestrati dagli uomini del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, che hanno eseguito un provvedimento della Sezione misure di prevenzione del Tribunale. L'ingente patrimonio, immobiliare e societario, e' stato sequestrato a presunti affiliati alla cosca di 'ndrangheta "Tegano", operante in citta'. Le indagini delle Fiamme Gialle, coordinate dalla Procura della Repubblica DDA reggina, hanno fatto emergere una rilevante sperequazione tra i redditi dichiarati e l'incremento patrimoniale registrato negli ultimi anni da alcuni imprenditori reggini ritenuti vicini alla cosca Tegano, una delle cosche di 'ndrangheta egemone nel capoluogo. I destinatari del provvedimento di prevenzione sono i noti imprenditori reggini Giuseppe Lavilla e i figli Antonio e Maurizio, sospettati di appartenere alla criminalita' organizzata e specificatamente alla cosca "Tegano" operante nel rione Archi di Reggio. Numerosi collaboratori di giustizia hanno indicato i Lavilla come imprenditori al soldo della cosca a cui sono legati da vincoli familiari. Antonio Lavilla e' infatti marito di Saveria Tegano, figlia del boss Giovanni. Le Fiamme Gialle, su delega della Procura Distrettuale Antimafia, hanno ricostruito il patrimonio personale e imprenditoriale dei Lavilla. Attraverso un'accurata rielaborazione dei dati fiscali e patrimoniali acquisiti, sarebbe stata evidenziata la notevole sperequazione tra redditi dichiarati e l'incremento patrimoniale accertato, con l'emergere di un "eccezionale arricchimento patrimoniale" realizzato nel corso degli ultimi anni. Nel patrimonio sequestrato rientrano beni mobili, immobili ed attivita' commerciali, con particolare riferimento al settore dell'edilizia e del noleggio di distributori automatici di alimenti. Tra le societa' cadute nella rete dei Finanzieri, spicca la Calabra Vending s.r.l., leader nella distribuzione di macchine automatiche per la vendita di caffe' ed alimenti, con sede proprio nel Rione Archi della citta'.  L'azienda ultimamente stava commercializzando una nuova marca di caffe', chiamato "Caffe' Lavilla". Rientrano nel provvedimento di sequestro un' autovettura' e nove unita' immobiliari, fra cui cui un intero stabile in corso di realizzazione.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa