Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: pentito, bombe Reggio compromisero attentato Alfano

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: pentito, bombe Reggio compromisero attentato Alfano

26 marzo 2014
Catanzaro. Cosa Nostra voleva un attentato ai danni del ministro Angelino Alfano, ma il clamore suscitato dalle bombe della 'ndrangheta contro gli edifici giudiziari di Reggio Calabria compromise il progetto. E' quanto emerso oggi nel corso del processo con rito immediato a carico di tre persone imputate per gli attentati di tre anni fa contro i magistrati in servizio nella città dello Stretto, e in particolare contro il procuratore generale Giuseppe Di Landro, e l'ex procuratore Giuseppe Pignatone, ora a capo della Procura di Roma, entrambi destinatari delle intimidazioni. Il dato è fra le dichiarazioni rilasciate in aula dal pentito Luigi Rizza, sentito in particolare a proposito dei suoi rapporti con Luciano Lo Giudice - uno degli imputati - e di quanto emerso al riguardo durante la loro permanenza in carcere. Rizza ha confermato di aver appreso che i Lo Giudice avrebbero ideato e compiuto gli attentati ai danni dei magistrati reggini, suscitando l'ira di più di qualcuno, perchè lo avrebbero fatto decidendo "in autonomia" senza il placet di tutti i "capi famiglia", e soprattutto della mafia siciliana che avrebbe visto compromesso il progetto di compiere l'attentato contro Alfano.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa