Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta testimone giustizia suicida, cinque arresti

Rassegna Stampa

'Ndrangheta testimone giustizia suicida, cinque arresti

cacciola-maria-concetta8 febbraio 2014
Reggio Calabria. Cinque persone sono state arrestate dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, nell'ambito delle indagini sulla morte della collaboratrice di giustizia Maria Concetta Cacciola (in foto), morta suicida nell'agosto 2011 in circostanze non ancora del tutto chiarite. I cinque sono accusati di avere agito negli interessi della cosca di 'ndrangheta Bellocco e della cosca Cacciola, operanti a Rosarno. I militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Reggio su richiesta della Dda. Gli arrestati devono rispondere dei reati di concorso in maltrattamenti in famiglia, aggravato dall'aver favorito un sodalizio di tipo mafioso; concorso in violenza privata, aggravato dall'aver favorito un sodalizio di tipo mafioso; concorso in violenza o minaccia per costringere a commettere un reato aggravato dall'aver favorito un sodalizio di tipo mafioso; concorso in favoreggiamento personale aggravato dall'aver favorito un sodalizio di tipo mafioso. Tra i cinque arrestati vi sono i tre congiunti, padre madre e fratello, della Cacciola, gia' detenuti nell'ambito della prima fase delle indagini, e due avvocati. Proprio qualche giorno fa si era concluso il processo d'appello per i tre congiunti della Cacciola, Michele padre della giovane, condannato a 4 anni (5 anni e 4 mesi in primo grado); il fratello Giuseppe, a 4 anni e 6 mesi (in primo grado 6 anni), Anna Rosalba Lazzaro, confermata la condanna a 2 anni. I reati per cui sono stati arrestati stamani, con l'operazione "Onta", sono successivi a quelli per i quali sono stati gia' processati. Maggiori dettagli saranno forniti nel corso della conferenza che sar' tenuta alle 11,30 al Comando Provinciale di Reggio Calabria dal procuratore Federico Cafiero de Raho. Le indagini, che secondo le accuse hanno rivelato un quadro indiziario molto piu' ampio, sono state avviate a seguito della trasmissione da parte della Corte d'Assise di Palmi degli atti relativi al procedimento celebrato nei confronti di Giuseppe Cacciola, Anna Rosalba Lazzaro e Michele Cacciola. La morte di Maria Concetta Cacciola avvenne il 20 agosto 2011 per ingestione di acido muriatico. Maria Concetta Cacciola aveva avviato in precedenza una collaborazione con la giustizia.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa