Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta, confiscati beni per 90 mln di euro

Rassegna Stampa

'Ndrangheta, confiscati beni per 90 mln di euro

carabinieri-gdf-10121310 dicembre 2013
Beni per un valore di 90 milioni di euro sono stati confiscati dai carabinieri e dalla guardia di finanza a esponenti di vertice e affiliati di rilievo della cosca Pesce della 'ndrangheta, egemone nella Piana di Gioia Tauro, ma con ramificazioni su tutto il territorio nazionale e in particolare in Lombardia.

CONFISCATE DUE SOCIETÀ DI CALCIO. Tra i beni confiscati anche due società di calcio dilettantistiche, alimentate con i proventi delle estorsioni e utilizzate per allargare le conoscenze, le relazioni e gli affari della cosca.
Il provvedimento di confisca è stato eseguito dai carabinieri del Ros, insieme con i militari del comando provinciale di Reggio Calabria, e dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria sempre di Reggio Calabria.

ATTUATI 12 DECRETI.
Complessivamente è stata data attuazione a 12 decreti emessi dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Reggio Calabria riguardanti un ingente patrimonio costituito da beni immobili, beni mobili registrati, attività commerciali e disponibilità finanziarie ritenuti frutto delle plurime attività delittuose commesse dalla cosca Pesce.

SOTTO SEQUESTRO 14 ATTIVITÀ ECONOMICHE.
Oltre alle due società di calcio dilettantistiche, sono stati confiscati imprese e società, comprensive del loro patrimonio aziendale, per un totale di 14 attività economiche, operanti, in regime di monopolio mafioso, nel settore dei trasporti, agrumicolo, della vendita di carburanti e lubrificanti e dell'abbigliamento.

VILLE DI PREGIO E AGRUMETI.
Il provvedimento comprende, inoltre, vasti appezzamenti di terreno agricolo, coltivati ad agrumeto e kiwi, per un'estensione di oltre 300 mila metri quadri; 19 beni immobili, tra i quali, sono ricomprese due ville di pregio, di cui una sita al centro della città di Rosarno e una sul promontorio di Capo Vaticano, nonché un vasto complesso sportivo; numerosi veicoli, a uso privato e commerciale, alcuni dei quali sono stati già assegnati alle forze di polizia per il loro utilizzo negli specifici servizi di contrasto al fenomeno mafioso e plurimi rapporti finanziari bancari, postali e assicurativi.

SORVEGLIANZA SPECIALE PER 11 PERSONE.
Nello stesso contesto 11 persone, considerate al vertice dell'organizzazione, sono state sottoposte al provvedimento della sorveglianza speciale, con obbligo di dimora nel comune di residenza.

lettera43.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa