Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: 25 arresti nel basso Jonio catanzarese, coinvolto sindaco

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: 25 arresti nel basso Jonio catanzarese, coinvolto sindaco

3 luglio 2013
Catanzaro. Un'operazione congiunta, denominata ''Itaca - Free boat'', della questura e dei carabinieri del comando provinciale di Catanzaro e della compagnia di Soverato, ha portato all'esecuzione di 25 ordini di custodia cautelare, quasi tutti in carcere, nei confronti delle cosche di 'ndrangheta operanti nel basso Jonio catanzarese, di imprenditori e amministratori, su disposizione del gip di Catanzaro Assunta Maione che ha accolto nella gran parte le richieste della Dda di Catanzaro formulate dal pm Vincenzo Capomolla.

In una conferenza stampa tenuta alla prefettura di Catanzaro, il procuratore della Dda di Catanzaro Vincenzo Antonio Lombardo e il procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri, hanno riassunto le risultanze investigative che ruotano intorno al porto turistico di Badolato, sullo Jonio catanzarese, realizzato da un gruppo imprenditoriale di Modena, che ha dovuto sottostare agli abituali mezzi di coercizione attraverso cui le 'ndrine del luogo si assicurano vantaggi economici e controllo territoriale: intimidazioni, imposizione di guardianie, riscossione di pizzo, controllo sulle attivita' di gestione, assunzione di personale.

Colpita soprattutto la cosca egemone dei Gullace di Guardavalle, nota anche per essere al centro dell'indagine ''Infinito'' che ha fotografato la presenza dell'ndrangheta in Lombardia, ma interessati alle misure, scattate all'alba, anche i suoi referenti su Badolato, i due gruppi spesso contrapposti, ma omonimi, dei Gallelli.

Diversi i reati contestati: associazione per delinquere di stampo mafioso, rapina, estorsione, usura, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Arrestato anche un imprenditore molto noto che avrebbe ottenuto la titolarita' della gestione delle attivita' nautiche nel porto con l'aiuto anche della famiglia dei Saraco del vicino territorio reggino.

Indagato, con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, il sindaco di Badolato, Nicola Parretta, nei cui confronti la procura ha chiesto la custodia cautelare, non accolta dal gip in quanto i contatti con gli arrestati, pur accertati, non hanno avuto il supporto della controprestazione in ambito amministrativo.

ASCA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa