Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta progettava attentato a procuratore capo Roma Pignatone

Rassegna Stampa

'Ndrangheta progettava attentato a procuratore capo Roma Pignatone

25 ottobre 2012
Locri. La 'Ndrangheta stava progettando un attentato contro il procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone.

E' quanto si evince da un'informativa della Direzione distrettuale antimafia di Torino, secondo quanto riferiscono fonti investigative, emersa nel corso dell'operazione contro la malavita organizzata calabrese che ha portato due giorni fa all'arresto di 22 persone tra il Piemonte e la Calabria.

"Nel gennaio di quest'anno - documenta l'informativa della Dda torinese, riferendosi ad una intercettazione - una coppia di malavitosi ha fatto esplicito riferimento alla preparazione di un attentato nei confronti del procuratore capo della Repubblica di Roma, Giuseppe Pignatone, da compiersi in Calabria".

I padrini, nella conversazione intercettata, discutevano anche delle "sorti" di altre due toghe impegnate nella lotta al crimine organizzato: il procuratore capo della Repubblica di Torino Giancarlo Caselli e del procuratore aggiunto della Repubblica di Reggio Calabria Nicola Gratteri.

"Stanno rompendo i coglioni", dicono nel dialogo intercettato riportato nell'informativa.

Ventidue persone sono state arrestate martedì su ordine del gip di Torino in un'indagine sulle infiltrazioni della 'Ndrangheta nella politica piemontese. Altre 150 furono arrestate con la stessa accusa nel giugno 2011 nell'ambito di una maxi-operazione, denominata "Minotauro", il cui processo è in corso da pochi giorni a Torino.

Reuters

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa