Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: assolto ex sindaco Gioia Tauro, condannati boss

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: assolto ex sindaco Gioia Tauro, condannati boss

5 luglio 2012
Reggio Calabria. La Corte d'appello di Reggio Calabria ha emesso oggi pomeriggio la sentenza di secondo grado del procedimento denominato "Cent'anni di storia". La Corte, presieduta dal giudice Iside Russo, ha confermato l'assoluzione dell'ex sindaco di Gioia Tauro, Giorgio Dal Torrione, dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Confermate tutte le altre condanne inflitte in primo grado dal collegio del Tribunale di Palmi. Sulla posizione del boss di Gioia Tauro Giuseppe Piromalli, a fronte della condanna di primo grado a 12 anni di reclusione e ritenuta la continuazione con altre condanne, la Corte ha rideterminato la pena in 30 anni di carcere; motivazioni analoghe per Domenico e Girolamo Mole', con aumento della pena sull'ergastolo rispettivamente a tre e due anni di isolamento diurno. Confermate tutte le altre condanne nei confronti dell'imprenditore romano Pietro D'Ardes (11 anni), dell'avvocato romano di origine calabrese, Giuseppe Mancini (9 anni e sei mesi); Antonio e Natale Alvaro (9 anni); Gianluigi Caruso (5 anni). Sulla posizione di Giuseppe Alvaro, la Corte ha dichiarato il "non doversi procedere", per la morte dell'imputato. Il processo "Cent'anni di storia" ha avuto inizio il 20 ottobre dello scorso anno ed e' frutto di una lunga e complicata indagine della Distrettuale antimafia di Reggio Calabria sulla presunta infiltrazione mafiosa al Comune di Gioia Tauro e sul tentativo delle cosche gioiesi Piromalli e Mole', e quella di San Procopio degli Alvaro, di acquisizione della cooperativa portuale "All service". In realta' si tratta di due inchieste separate, confluite pero' in unico troncone alla fine della fase di indagine.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa