Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria UNAeNDRINA la creatività antindrangheta

Rassegna Stampa

UNAeNDRINA la creatività antindrangheta

Stopndrangheta.it lancia la campagna di comunicazione in vista della sentenza di Crimine, un processo storico contro la cupola delle cosche
In rete il Dossier con gli approfondimenti e i commenti
5 marzo 2012

Uno speciale on line per alimentare il confronto e una campagna di comunicazione per tenere alta l’attenzione su uno degli eventi più importanti nella lotta alla ‘ndrangheta degli ultimi decenni. È questo il contributo che Stopndrangheta.it, il primo archivio web multimediale dedicato a ‘ndrangheta e antindrangheta, vuole portare in vista della sentenza del processo Crimine. Una sentenza che si preannuncia storica: grazie a un quadro indiziario pesantissimo, per la prima volta esistono le condizioni per affermare l’unitarietà della ‘ndrangheta. Non dunque un arcipelago di cosche, ma una struttura gerarchica piramidale, ancora più temibile e potente proprio perché organizzata e guidata da una cabina di regia che si rapporta ad alti livelli con la politica, l’imprenditoria, i professionisti, gli “invisibili” della massoneria, con la cosiddetta area grigia.

“Abbiamo scelto l’arma dell’ironia – spiega Alessio Magro, coordinatore di Stopndrangheta.it – e usiamo uno slogan evocativo: UNAeNDRINA. Vogliamo arrivare ai cuori dei calabresi e non solo, demitizzare le cosche senza sottovalutarle, sfatare luoghi comuni e sottolineare le pesanti contraddizioni in cui vivono gli ‘ndranghetisti, ammantati di falsa religiosità e da una falsa aura di intoccabili. Così non è e lo dimostra proprio il processo Crimine. Soprattutto vogliamo costruire consapevolezza e coscienza civile, perché al di là del dato giudiziario quel che conta è che ne facciamo dei nostri ‘ndranghetisti, della nostra classe dirigente e dei nostri professionisti legati alle cosche. A partire dallo Stretto, dalla città dolente che è passata dal Modello Reggio al Caso Reggio senza soluzione di continuità”.

Una campagna che vedrà gli attivisti di Stopndrangheta.it, con la collaborazione di LiberaReggioLab e TerreArse.it,  impegnati sul web – il gruppo facebook UNAeNDRINA conta 1.500 membri che hanno aderito in un solo week-end – ma anche in città, che verrà tappezzata coi nostri adesivi e invasa dalle nostre brochure. Inoltre, è già on line il “Dossier UNAeNDRINA – Crimine, verso una sentenza storica contro la ‘ndrangheta unitaria”, che raccoglie sentenze, memoriali, ricostruzioni giornalistiche, tesi di laurea, rassegne stampa, foto, video, recensioni e commenti autorevoli.

“Col dossier on line su Stopndrangheta.it – aggiunge Francesca Chirico  – proviamo a fare la nostra parte: un altro tassello a quel mosaico della memoria che andiamo costruendo e facendo un altro passo in avanti nella fondazione di un nuovo immaginario antindrangheta, che è l’antidoto migliore per dare un futuro alla nostra terra”.

Infine, oltre a sancire il momento con una maglietta e un manifesto gli attivisti della campagna UNAeNDRINA annunciano la presenza in aula alla lettura della sentenza del processo Crimine che si celebra col rito abbreviato, annunciata nei prossimi giorni. “Vogliamo che la gente sappia cosa sta accadendo – afferma Salvatore Salvaguardia, di TerreArse.it – e per questo ci impegneremo a coprire quello che è un vero e proprio evento epocale con una diretta twitter e facebook sui nostri siti”.


ONLINE SU STOPNDRANGHETA.IT
-Il Dossier UNAeNDRINA/Crimine, verso una sentenza storica contro la ‘ndrangheta unitaria
-i loghi della campagna scaricabili

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa