Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: perquisizioni e sequestri nel reggino, scoperto il "tesoretto" dei Pesce

Rassegna Stampa

'Ndrangheta: perquisizioni e sequestri nel reggino, scoperto il "tesoretto" dei Pesce

21 dicembre 2011
Reggio Calabria. Un vero e proprio «tesoretto» della cosca Pesce è stato scoperto dai carabinieri nel corso di una serie di perquisizioni a Rosarno. I militari del Ros e del comando provinciale di Reggio Calabria hanno trovato gioielli per 200mila euro (tra orologi di valore come Rolex, Cartier, Patek Philippe, orecchini, bracciali, anelli e collane) custodite in una cassaforte nascosta in una casa disabitata. L'attività degli investigatori dell'Arma prende le mosse dalle ultime dichiarazioni di Giuseppina Pesce, collaboratrice di giustizia. I gioielli potrebbero essere provento di una rapina commessa qualche tempo fa nella Piana di Gioia Tauro. Nel corso dell'operazione sono stati arrestati Gaetano Palaia di 35 anni e il padre Rocco di 62 anni, entrambi pregiudicati, per detenzione abusiva di armi e munizioni. Nella loro azienda agrumicola sono stati rinvenuti un revolver di grosso calibro (Colt Python cal. 357 magnum), una pistola semiatomatica (Mauser cal. 7,65) e numerose munizioni; le armi erano in perfetto stato di conservazione e pronte all'uso con il colpo in canna. Sono state sequestrate inoltre tre imprese di trasformazione agrumaria: Derivati agrumari Santa Lucia di Palaia Gaetano; TLA di Maduli Tesesa sas; Derivati agrumari San Gennaro dei Fratelli Palaia snc. Le gravi carenze igienico-sanitarie riscontrate hanno portato al sequestro di una vasta area aziendale di quattro ettari con all'interno attrezzature per un milione di euro.

Adnkronos

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa