Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Processo Beta: in appello 11 condanne per il clan di Messina

Rassegna Stampa

Processo Beta: in appello 11 condanne per il clan di Messina

di AMDuemila
E’ stata emessa dai giudici della Corte d’Appello di Messina, dopo una lunga camera di consiglio, la sentenza del processo scaturito dall'operazione "Beta", l'inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Messina che ha puntato i riflettori su una cellula di Cosa nostra che aveva collegamenti con il clan Santapaola - Ercolano di Catania e che si stava radicando a Messina. Il verdetto di secondo grado ha fatto degli sconti di pena. I giudici hanno condannato Vincenzo Romeo a 12 anni, Biagio Grasso, imprenditore diventato collaboratore di giustizia a 5 anni. Sono stati inoltre condannati Benedetto Romeo 8 anni 3 mesi e 10 giorni, Marco Daidone 8 anni e 20 giorni, Fabio Laganà Nunzio Laganà e Giuseppe Verde 4 mesi ciascuno, Gianluca Romeo un anno e 10 mesi Antonio Rizzo due mesi, Giovanni Bevilacqua un anno 9 mesi e 10 giorni. Conferma per Lorenzo Mazzullo. I giudici hanno disposto anche sei assoluzioni. L'accusa aveva chiesto la condanna per tutti, in particolare 14 conferme e 5 modifiche di pena. Il processo di primo grado, in abbreviato, si era chiuso con 19 condanne e 2 assoluzioni. L'indagine dei carabinieri del Ros, coordinata dal magistrato Sebastiano Ardita all'epoca procuratore aggiunto a Messina, era sfociata in un blitz del luglio 2017. Nel corso delle indagini gli investigatori puntarono l'attenzione su un'associazione sovraordinata rispetto ai gruppi mafios chei operano in città e che avrebbe avuto rapporti con professionisti, imprenditori, titolari di società, funzionari pubblici.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa