Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Mafia: clan Brancaccio, 18 condannati a Palermo

Rassegna Stampa

Mafia: clan Brancaccio, 18 condannati a Palermo

Sono 18 le condanne inflitte a Palermo per i presunti componenti della famiglia di corso dei Mille a Brancaccio. Pietro Tagliava, figlio di Francesco condannato all'ergastolo per le stragi di via d'Amelio a Palermo e via de' Georgofili a Firenze, è uno dei condannati dal giudice per l'udienza preliminare Fabio Pilato. Ha avuto 14 anni, già scontati di un terzo così come previsto dal rito abbreviato. Accolta la ricostruzione dei pubblici ministeri Francesca Mazocco e Andrea Fusco. Queste le altre condanne, riporta il sito on line Live Sicilia: Francesco Paolo Clemente 12 anni (incaricato di gestire una serie di imprese, soprattutto nel settore degli imballaggi), Giuseppe Ficarra 10 anni, Giuseppe Di Fatta Santo Carlo Di Giuseppe 12 anni ciascuno, Antonino Marino 10 anni, Roberto Mangano 8 anni, Giovanni Pilo 6 anni, Giuseppe Lo Porto 8 anni, (fratello di Giovanni, l'operatore umanitario rapito da Al Qaeda nel 2012, in Pakistan, e ucciso tre anni fa da un drone americano nel corso di un'operazione antiterrorismo), Pietro D'Amico 5 anni; Massimo Alteri, Giuseppe Frangiamore, Salvatore Graziano, Gaetano Lo Coco, Francesco Paolo Mandalà e Orlando 2 anni e 8 mesi ciascuno, Elio Petrone 2 anni, Maurizio Puleo 4 anni. Altri imputati sono sotto processo con il rito ordinario davanti al Tribunale. "Qua le state facendo puzzare di fame le persone", diceva un imprenditore nella morsa del racket, come emergeva dalle intercettazioni nell'inchiesta che portò al blitz della squadra mobile e dei finanzieri del Gico del Nucleo di Polizia economico-finanziaria. I soldi servivano per le famiglie dei carcerati. 23 i commercianti costretti a pagare e una sola parte civile al processo, assistita dagli avvocati Ugo Forello e Valerio D'Antoni. Parte civile anche Addiopizzo, Federazione antiracket, Confesercenti e Confcommercio, Confartigianato Centro Pio La Torre.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa