Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Rassegna Stampa

Mafia e massoneria: Agrigento, confermati arresti boss e affiliati

I giudici del tribunale del Riesame di Palermo hanno confermato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giovanni Lauria, 79 anni, personaggio chiave dell'operazione "Halycon" che ha sgominato un intreccio fra la Mafia di Licata e la massoneria deviata di Palermo. Lauria è ritenuto uno dei capi della cosca di Licata. Ricorso rigettato per Giovanni Lauria come, nei giorni precedenti, era stato pure per il figlio Vito e il nipote farmacista Angelo, presunti affiliati della famiglia. Sempre oggi, due giorni dopo l'udienza, è stata confermata l'ordinanza cautelare in carcere per Raimondo Semprevivo, 47 anni e Giovanni Mugnos, 53 anni, ritenuti affiliati della famiglia mafiosa.

AGI