Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Mafia: operazione Scrigno, restano in carcere boss ed ex deputato

Rassegna Stampa

Mafia: operazione Scrigno, restano in carcere boss ed ex deputato

Trapani. La Corte di Cassazione ha rigettato i ricorsi presentati dai legali degli arrestati nel blitz Scrigno che lo scorso marzo colpì la famiglia mafiosa di Trapani. L'indagine della Dda di Palermo (aggiunto Paolo Guido, sostituti Gianluca De Leo e Claudio Camilleri) porto' all'arresto di 27 persone tra cui i fratelli Francesco e Pietro Virga (figli di Vincenzo Virga, capo della Mafia trapanese fino al 2001 quando fu arrestato da latitante) e Paolo Ruggirello, ex deputato all'Ars. I giudici hanno confermato che "al momento dell'esecuzione delle misure cautelari, persistevano le condizioni per la restrizione", annullando con rinvio la posizione di uno degli indagati, Filippo Tosto, accusato di favoreggiamento. Restano in carcere dunque i principali indagati per cui la Dda si appresta a chiudere le indagini. Nei giorni scorsi il Riesame (reinterpellato dopo un primo rigetto, in seguito a un recente accoglimento del gip) aveva annullato il carcere per Ninni D'Aguanno, imprenditore accusato di voto di scambio politico mafioso, trasferendolo ai domiciliari con il braccialetto elettronico dopo un ampio interrogatorio. A meta' marzo era stata rimessa in libertà Ivana Inferrera, moglie dell'uomo ed ex assessore del comune di Trapani. In precedenza il Riesame aveva rimodulato l'accusa per il politico Paolo Ruggirello, da associazione mafiosa a concorso esterno, e dissequestrato la gioielleria Scrigno, proprietà della moglie di Pietro Virga, da cui prese il nome il blitz.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...

TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...


IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...


LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa