Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sostieni AntimafiaDuemila con Pay Pal

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Mafia: imprenditore denuncia, arrestato parente dei Graviano

Rassegna Stampa

Mafia: imprenditore denuncia, arrestato parente dei Graviano

Palermo. Un cognome pesante, ma che non ferma la ribellione di un imprenditore che accusa l'uomo del 'pizzo', anche se si chiama Graviano. I carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Antonino Graviano, 40 anni, appartenente al nucleo familiare che costituisce lo storico gruppo mafioso egemone nel mandamento di Brancaccio, legato alle stragi. E' accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso nei confronti del titolare di una impresa edile impegnata in lavori di ristrutturazione di un edificio nel quartiere. Il provvedimento restrittivo e' stato emesso dal gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. L'indagine e' scattata dopo la denuncia presentata dal titolare della impresa. Graviano, qualificandosi come soggetto di Brancaccio e intimando in alcune occasioni l'interruzione dei lavori, ha chiesto il pagamento di una somma di denaro che doveva essere destinata al mantenimento dei detenuti. Grazie a intercettazioni e' stato accertato che effettivamente, almeno in una circostanza, subito dopo l'arrivo in cantiere di Graviano, gli operai si erano allontanati velocemente, evidentemente intimoriti dalle minacce. Durante le perquisizione a carico dell'arrestato, sono stati trovati un revolver Smith & Wesson 357 magnum con matricola abrasa, munito del relativo munizionamento; circa un chilo e mezzo di marijuana e cocaina e la bicicletta elettrica utilizzata da per recarsi in cantiere e varia documentazione ritenuta di interesse investigativo.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

by Rocco Sciarrone, Luca Storti

Le mafie continuano a prosperare sia nelle zone...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

by Giorgio Bongiovanni

Le particolarità di questo libro 1. E’ la prima...


PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

by Benedetta Tobagi

Il racconto rigoroso e appassionante del grande processo...

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa