Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Piera Aiello a Giovanni Impastato, cacciandomi mi hai ferito

Rassegna Stampa

Piera Aiello a Giovanni Impastato, cacciandomi mi hai ferito

Deputata scrive dopo caso Cinisi, "Io e M5s non siamo nemici"
Trapani. "Prima mi inviti e poi mi cacci via...". E' quanto si legge in una lettera inviata a Giovanni Impastato dalla parlamentare del M5s Piera Aiello che, assieme ai colleghi Mario Michele Giarrusso e Roberta Schillaci, due giorni fa e' stata allontanata dal corteo a Cinisi (Pa) nella giornata di commemorazione di Peppino Impastato, al grido, "Siete al governo con i fascisti, qui non potete stare". "Pochi mesi fa quando siamo stati insieme a Rosarno per il premio nazionale 'Valarioti Impastato', mi hai invitato a ricordare tuo fratello, cosi' come ho sempre fatto da quel lontano giorno che mamma Felicia mi dono' un garofano rosso. Chi ti ha riferito tutto quello che hai dichiarato ai giornali - scrive Piera Aiello - ti ha strumentalizzato: ti hanno raccontato che mi ero portata le telecamere per fare campagna elettorale; falso, sono giornalisti e registi che stanno facendo un docufilm sulla mia vita e volevano vedere e far toccare con mano al popolo francese che la Sicilia non e' quella dei vari film come 'il Padrino' ecc..... ma la vera Sicilia è quella che si ribella, quella di Peppino, Rita, tua, mia e di tanti siciliani onesti; quale migliore occasione invitarli a Cinisi e Partanna, dove tra l'altro dovevi esserci cosi' come promesso mesi fa in Calabria"? E ancora: "Hai dato modo di gioire ai mafiosi con il tuo compostamente aggressivo e avvallando il delirio di Umberto Santino; vorrei ricordarti che non sono io il tuo nemico, non lo e' neanche il M5s di cui mi onoro di far parte, ma apri gli occhi, non sono io a essere strumentalizzata". Poi, la chiosa finale: "Peppino, Rita non sono i nostri. Sono di tutti! Peppino e Rita non hanno colore politico, sono morti perché credevano nella verità e nella giustizia anche se avevano il padre mafioso! Volevo farti sapere come la pensavo, spero di non ricevere altri inviti solo per essere il capo espiatorio per partiti che predicano bene e razzolano male e non fanno contratti di governo, ma accordi sottobanco".

ANSA

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Piera Aiello, cacciata dal corteo, scrive una lettera a Giovanni Impastato. Chi ha ragione?

Quarantuno anni dopo le ''idee di Peppino Impastato sono più vive che mai''

Le recensioni di AntimafiaDuemila

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

by Benedetta Tobagi

Il racconto rigoroso e appassionante del grande processo...

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...


TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...


IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...

LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...


DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa