Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Mafia: Dia Caltanissetta confisca beni per tre milioni euro

Rassegna Stampa

Mafia: Dia Caltanissetta confisca beni per tre milioni euro

dia avviso muroA due indagati ritenuti vicini Cosa nostra di Gela e Nissena
Caltanissetta. La Dia di Caltanissetta sta confiscando, su disposizione del locale Tribunale, ritenuti riconducibili all'imprenditore Filippo Sciascia, di 71 anni, di Gela, ritenuto vicino a Cosa nostra del boss Daniele Emmanuello, che, secondo l'accusa, "lo riteneva capace di infiltrarsi negli affari orbitanti intorno al petrolchimico di Gela, tanto da costituire società ad hoc solo formalmente intestate a terzi". Un secondo provvedimento di confisca, eseguito dalla Dia di Caltanissetta, riguarda Giuseppe Castiglione, 72enne di Vallelunga Pratameno, che diversi collaboratori indicano "come coinvolto in alcuni omicidi avvenuti nei primi anni Ottanta" e come "collettore di attività estorsive per conto della famiglia mafiosa di Cosa nostra riconducibile allo storico boss Giuseppe 'Piddu' Madonia". Il provvedimento eseguito dispone la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con l'obbligo di soggiorno per tre anni. A Sciascia sono state confiscate quote e compendi aziendali di tre società di Gela; a Castiglione, invece, due imprese individuali con oggetto servizi di pompe funebri, un fabbricato e 23 tra rapporti bancari e postali. Il valore complessivo dei beni è stimato dalla Dia in circa 3 milioni di euro.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa